Benessere

Dieta per la candida: attenti a pane, pizza e cioccolata

Ecco gli alimenti da evitare quando di soffre di candida

La dieta per la candida aiuta combattere il fastidioso microrganismo saprofita presente nelle vie respiratorie, nei genitali femminili e nel tubo gastroenterico. La dieta per la candida prevede l'esclusione di alcuni alimenti tra cui pane, pizza e cioccolata e non solo.

La dieta per la candida secondo i suoi propugnatori ha lo scopo di impedire che questo fungo proliferi eccessivamente all’interno dell’organismo umano. Ma prima di capire cosa si mangia nella dieta per la candida è fondamentale capire cosa è la candida albicans. La Candida albicans è un microrganismo saprofita che accompagna naturalmente la vita di ogni individuo sano senza arrecare danni al suo organismo. Spesso però la candida quando si ha un calo delle difese del sistema immunitario può dar vita a numerosi problemi per l’organismo.

Quando succede questo la candida da vita ad un quadro patologico che viene definito candidosi, o candidiasi. Generalmente questo microorganismo è presente nelle vie respiratorie, nei genitali femminili e nel tubo gastroenterico; quando la candida attacca quest’ultimo tessuto si parla di candidosi intestinale, un quadro patologico che, secondo molti, è responsabile di numerosi disturbi sia psicologici che fisici (astenia, depressione, cefalea, ipoglicemia, perdita di memoria ecc). Ma vediamo cosa si mangia nella dieta per la candida e quali sono gli alimenti da evitare.

Alimenti da evitare sono in primo luogo: aceto, alimenti affumicati, alimenti contenenti lieviti (per esempio pane e pizza), alimenti ricchi di conservanti, arachidi, bevande alcoliche, bevande zuccherate, cereali, cioccolata, formaggi fermentati, pasticceria in genere, patate, saccarosio, yogurt alla frutta. Nella dieta per la candida sono concessi con moderazione pasta, riso, pesce e le uova, così come le carni magre, gli oli di semi, le alghe e le verdure. Viene raccomandato il consumo di yogurt non zuccherati, di probiotici e di prebiotici, di aglio, anice, carciofo, cumino, curcuma, finocchio, kefir e miso.

Come facciamo sempre nelle diete pubblicate sul nsotro sito raccomandiamo di chiedere il parere del proprio medico o di uno specialista prima di seguire qualsiasi regime alimentare dietetico, soprattutto se si soffre di varie patologie importanti come il diabete. Infine ricordiamo che non devono essere lasciate le terapie mediche prescritte senza aver chiesto il parere del proprio medico. 

 
Commenta la News