Teatro

Felici condoglianze di Palcouno al Circolo Velico Kaukana

Compagnia di Maurizio Nicastro

Un altro straordinario successo per la rassegna Teatro in Spiaggia che, venerdì sera, al Circolo velico Kaucana, ha celebrato il terzo dei quattro appuntamenti in programma. Stavolta, è stata la compagnia PalcoUno, guidata dal direttore artistico del cartellone, il regista Maurizio Nicastro, a portare in scena una pièce divertentissima che ha fatto applaudire il numeroso pubblico presente e che, soprattutto, ha fatto trascorrere allo stesso un paio di ore in maniera spensierata e con un’allegria straordinaria a fare da cornice.

La commedia scritta dallo stesso Nicastro ha puntato sulle meschinità legate alla ricchezza, sull’avidità del denaro, sugli aspetti cinici, comici, paradossali dei personaggi. I protagonisti sono stati i componenti della famiglia Cacace, a cominciare dal marito Onorato, la moglie Emma e il fratello di quest’ultima, un po’ ritardato, Pippuzzo. Una famiglia che deve espletare una incombenza quotidiana non da poco. Si occupa, infatti, di ospitare a pagamento la vecchia signora Teresina Lo Magro, accudita perché ammalata. La signora Teresina può contare su una buona eredità a cui tutti ambiscono, compresi i compari Consolata e Jano Paci che l’avevano ospitata prima dei Cacace.

Varie e ripetute avvisaglie di morte, solo presunta, fanno accorrere i pretendenti all’eredità innescando diatribe di vario tipo sui diritti acquisiti mitigati dalla vicina di casa, la signora Ciuzza. Tra i personaggi anche Felice Trapasso, l’impresario di pompe funebri che dispenserà le proprie diagnosi, per la verità non molto azzeccate, innamorandosi alla fine della prosperosa infermiera Mina e innescando, a sua volta, una girandola degli equivoci che ha fatto sbellicare il pubblico dalle risate. Il destino, da grande protagonista, ironico e sarcastico, dirà la propria, anzi l’ultima battuta, quando, alla presenza del notaio Carsillo, si leggerà il testamento che prevede molte sorprese proprio per stabilire a chi finirà l’eredità.

“Insomma – afferma Nicastro – una commedia divertente che spero abbia saputo intrattenere il pubblico nella maniera migliore. Adesso ci prendiamo una pausa per Ferragosto. E Teatro in Spiaggia tornerà con il quarto e ultimo appuntamento il 23 agosto con la compagnia Teatro del Pero di Comiso che proporrà il classico “Annata ricca, massaru cuntentu”. E, anche in questo caso, così come abbiamo fatto ieri sera, alla fine ci sarà la classica pennettata che, all’insegna dei buoni sapori di casa nostra, riesce a mettere tutti d’accordo”.