Benessere

Come perdere peso in una settimana con la dieta delle fibre

Ecco cosa si mangia ogni giorno per dimagrire

Come perdere peso in una settimana? Ecco la dieta di fibre che aiuta a perdere peso velocemente in 7 giorni. La dieta delle fibre è una dieta ideale che indica come perdere peso in una settimana.

Per capire come perdere peso in una settimana basta inserire nel proprio regime alimentare dietetico tanta frutta, verdura, legumi e cereali integrali. Una dieta ricca di fibre è la dieta ideale per perdere peso in una settimana. Ma vediamo come perdere peso in una settimana in un esempio di menù settimanale della dieta delle fibre. Lunedì: colazione con un caffè o un tè, uno yogurt magro naturale o un bicchiere di latte parzialmente scremato, due biscotti integrali o 50 g di fiocchi di cereali integrali. Spuntino: una macedonia senza aggiunta zucchero. Pranzo: 80 g di pasta al pomodoro con un cucchiaio di formaggio grana; 300 g di zucchine al vapore. Cena: un minestrone , due uova alla coque sode, insalata di cicoria e una fetta di pane integrale.

Martedì: colazione con un caffè o un tè, uno yogurt magro naturale o un bicchiere di latte parzialmente scremato, due biscotti integrali o 50 g di fiocchi di cereali integrali. Pranzo: 200 grammi di insalata mista (roccia e Chioggia); 50 g di prosciutto crudo o cotto sgrassato; 150 g di patate lessate o al vapore. Merenda: una tisana drenante. Cena: 60 g di riso lessato condito con un cucchiaio di grana; 100 g di ricotta vaccina; 100 grammi di zucchine saltate in padella. Mercoledì: colazione con un caffè o un tè, uno yogurt magro naturale o un bicchiere di latte parzialmente scremato, due biscotti integrali o 50 g di fiocchi di cereali integrali. Merenda: una tisana al finocchio. Pranzo: 300 g di finocchi saltati in padella ; 160 g di rosbif; 50 g di pane integrale. Cena: 30 g di orzo integrale in brodo vegete; 120 g di petto di pollo ai ferri; 300 g di zucca saltata in padella.

Giovedì: colazione con un caffè o un tè, uno yogurt magro naturale o un bicchiere di latte parzialmente scremato, due biscotti integrali o 50 g di fiocchi di cereali integrali. Spuntino: un frutto di stagione. Pranzo: 80 g di pasta al pomodoro e crudo e basilico con un cucchiaino di grana; 300 g si fagiolini o biete lessate. Cena: 250 g di yogurt intero naturale; 250 g di frutta fresca di stagione a pezzetti; 2 fette di pane tostato. Venerdì: colazione con un caffè o un tè, uno yogurt magro naturale o un bicchiere di latte parzialmente scremato, due biscotti integrali o 50 g di fiocchi di cereali integrali. Spuntino: una pera. Pranzo: 150 g di insalata verde con 150 g di carote grattugiate; 120 g di bistecca ai ferri; 60 g di pane integrale. Merenda: una macedonia. Cena: 30 g di riso saltato in padella con 200 g di verdure miste (carote, zucchine e porri) tagliate a filetti e un cucchiaino di grana; 80 g di tonno al naturale sgocciolato o 120 g di nasello lessato; 100 g di insalata mista.

Sabato: colazione con un caffè o un tè, uno yogurt magro naturale o un bicchiere di latte parzialmente scremato, due biscotti integrali o 50 g di fiocchi di cereali integrali. Spuntino: una pera. Pranzo: 80 g di pasta al pomodoro e basilico; 150 g di insalata verde.Merenda: una macedonia. Cena: zuppa di legumi e cereali integrali; 150 g di zucchine saltate in padella. Domenica: colazione con un caffè o un tè, uno yogurt magro naturale o un bicchiere di latte parzialmente scremato, due biscotti integrali o 50 g di fiocchi di cereali integrali. Spuntino: una mela. Pranzo: 80 g di risotto integrale allo zafferano preparato con brodo vegetale e condito con un cucchiaio di grana; 200 g di cavolini di Bruxelles o di finocchi saltati in padella. Merenda: un kiwi. Cena: 2 uova alla coque o in camicia 100 g di insalata verde (lattuga e trevisana); 50 g di pane integrale.

Come facciamo sempre in tutte le diete pubblicate sul nostro sito raccomandiamo di consultare il proprio medico o uno specialista prima di cominciare qualsiasi tipo di regime alimentare dietetico. Questa dieta non e’ adatta a chi offre di diabete, colon irritabile, meteorismo o altre patologie e alle donne in gravidanza. Infine ricordiamo che la dieta sopraelencata è indicativa e che ogni dieta va sempre preparata da uno specialista in base alle caratteristiche della singola persona.