Economia

Ragusa, una rotatoria in contrada Cisternazzi

Approvato dalla Giunta Municipale il progetto

Approvato dalla giunta municipale di Ragusa il progetto definitivo per i lavori di una rotatoria e di sistemazione della viabilità in contrada Cisternazzi per un importo complessivo di 416.802,56 euro.

L’intervento, che risolve diverse criticità viabilistiche dell’area, prevede la realizzazione di una rotatoria di tipo “compatto” con diametro esterno di 40 metri. Saranno realizzate singole corsie di accesso e di uscita, con la previsione di una ulteriore corsia destinata esclusivamente ai mezzi di soccorso. Tutte le corsie avranno una banchina di almeno 50 cm rispetto ai cordoli di delimitazione della strada o rispetto al marciapiede. La rotatoria sarà in parte realizzata sulla sede stradale esistente ed in parte su terreni adiacenti all’incrocio.

Sulla parte di nuova realizzazione sarà realizzato un marciapiede di 1,5 metri che collegherà i marciapiedi esistenti sulla SP 60 e sulla strada di accesso all’ospedale Giovanni Paolo II. “L’approvazione in Giunta del progetto di realizzazione della nuova rotonda Cisternazzi rappresenta un passo cruciale per quella che sarà la prima opera pubblica della nostra amministrazione – afferma il sindaco Peppe Cassì -Non un’infrastruttura eclatante ma di grande utilità, necessaria a mettere definitivamente in sicurezza l’accesso e l’uscita dal Giovanni Paolo II. Con l’apertura del nuovo ospedale e la sua entrata a pieno regime, infatti, è emersa una chiara esigenza di mobilità che non poteva essere procrastinata”.

Anche l’assessore ai Lavori Pubblici Giovanni Giuffrida rimarca la funzionalità dell’opera: “La rotonda permetterà non solo di regolarizzare il traffico, ma è già pensata per innescare una nuova viabilità dell’area attraverso ulteriori interventi, come il futuro svincolo per Catania, e prevedrà spartitraffico e una corsia riservata ai mezzi di soccorso, eliminando ogni punto di conflitto”. Nel progetto, redatto dall’ing. Marco La Rosa, è inclusa la realizzazione dell’impianto di illuminazione e dell’impianto di smaltimento delle acque piovane.

L’opera sarà finanziata con mutuo presso la Cassa Depositi e Prestiti S.P.A. per 400.000 euro e con fondi del bilancio comunale per i restanti 16.802,56 euro.  

 
Commenta la News