Sanità

La nota dell'Asp di Ragusa sul caso della chirurgia di Modica

Ecco la verità

Diramata oggi, 8 luglio, dall'Asp di Ragusa una nota per chiarire il caso della chiusura per le emergenze notturne della chirurgia dell'ospedale Maggiore di Modica.

"In merito alla vicenda della Chirurgia di Modica, spiace leggere, ancora una volta, - si legge nella nota a firma Asp Ragusa -  un articolo che diffonde notizie con estensioni non corrispondenti al vero, al fine di fare emergere incongruenze e illogicità nei confronti dell’Azienda. Si precisa, infatti, che in data 4 luglio 2019 non è stato disposto alcun trasferimento di dirigenti medici di Chirurgia da Modica a Ragusa, né ciò è accaduto successivamente. Nello stesso giorno invece, era stata deliberata l’assunzione di due chirurghi all’ASP di Ragusa (senza precisazione della sede di destinazione), medici che purtroppo non hanno accettato l’incarico.

La superiore circostanza semmai conferma una delle azioni intraprese dall’Azienda per garantire il buon funzionamento dell’attività chirurgica. Ci si riserva di valutare iniziative giudiziarie in relazione alle notizie di stampa non rispondenti al vero, in quanto lesive dell’immagine dell’ASP e/o tese a creare allarmismo ingiustificato nella collettività. Si coglie l’occasione per tranquillizzare - ove necessario - circa la massima e preminente attenzione dell’ASP alla sicurezza delle cure e affidabilità delle prestazioni sanitarie.