Nell'ambito dei festeggiamenti della Madonna della Neve

Giarratana riscopre i giochi antichi: dalla ria ai ciappeddi

Dalla “ria” ai “ciappeddi”

A Giarratana, il comitato dei solenni festeggiamenti in onore di Maria Santissima della Neve, ha promosso un appuntamento, in piazza Martiri d’Ungheria, per un momento ludico intitolato “Alla riscoperta dei giochi antichi”. Sono stati coinvolti i piccoli di età compresa tra i 6 e i 10 anni che si sono confrontati con gli intrattenimenti di una volta, dalla “ria” ai “ciappeddi”.

Una simpatica idea promossa quest’anno dal comitato dei festeggiamenti, presieduto dal parroco, don Mariusz Starczewski, che non a caso ha puntato a far rivivere ai più piccoli le modalità di gioco dei propri padri e dei propri nonni. Un’iniziativa baciata dal successo tant’è che in molti sono stati quelli che hanno aderito. Dal punto di vista religioso, poi, molta attenzione, ieri sera, è stata rivolta alla recita del Rosario itinerante lungo le vie del centro storico animato dal gruppo “Rosario vivente”. Oggi, intanto, nella chiesa di Sant’Antonio Abate, alle 18, ci sarà la preghiera del Rosario e la celebrazione eucaristica alle 18,30. Alle 20, sulla scorta di quanto accaduto ieri, ad animare la riscoperta dei giochi antichi, sempre in piazza Martiri d’Ungheria, saranno stavolta ragazzi e adulti.

Domani, sabato 3 agosto, invece, alle 18 ci sarà, in chiesa, la preghiera del Santo Rosario animata dal gruppo Unitalsi denominato “Misteri gaudiosi con Bernadette”. Alle 18,30 la celebrazione eucaristica con l’amministrazione del sacramento dell’unzione degli infermi. Tra i momenti di intrattenimento più interessanti di questa edizione della festa, lo spettacolo che si terrà in piazza Vittorio Veneto, domani sera, alle 22. Si chiama Talentù ed è promosso dalla Puma Events. Nuovi e vecchi talenti si esibiranno in occasione della festa della Patrona di Giarratana per aggiudicarsi un posto nel cast della prossima trasmissione televisiva.

Lo spettacolo sarà presentato da “I figli unici” e tra gli ospiti interverranno Riccardo Termini, vincitore della Corrida del 2019, e Angelo Garaffa, secondo classificato alla Corrida del 1992.