Imprese danneggiate

Zona industriale Modica-Pozzallo senz'acqua, allarme della Cna

Pochissimo il preavviso

La mancanza di acqua nell'area industriale Modica-Pozzallo, danneggia le imprese, intervento della Cna che parla di situazione pesante e molto grave. L’Irsap ha comunicato che una rottura nella condotta ha causato l’interruzione del servizio idrico nell’agglomerato industriale e che sarebbero già in corso i lavori di ripristino per assicurare la funzionalità della stessa condotta.

"Stante il pochissimo preavviso ricevuto dalle imprese, le stesse hanno dovuto fare i conti con problemi pesanti. Molti insediati non hanno avuto modo di apprendere la comunicazione. Di conseguenza, tutti senz’acqua con perdite importanti sia per riapprovvigionamento idrico sia per blocco della produzione". La denuncia arriva dalla Cna comunale di Modica che si chiede come mai sia stato interrotto in questo modo un servizio del genere. “Consideriamo il fatto – sottolineano il presidente della Cna di Modica, Giovanni Colombo, con il responsabile organizzativo, Carmelo Caccamo – che si tratta di aziende di grandi e medie dimensioni. Siamo stati tempestati di segnalazioni perché non si riusciva a capire come sia potuto accadere tutto questo, con grave nocumento per l’attività imprenditoriale.

Abbiamo subito chiamato gli uffici dell’Irsap Ragusa parlando con i responsabili del servizio. Ci hanno assicurato che i lavori di ripristino sono in corso e che saranno completati a breve. Ma rimane altissima la preoccupazione delle aziende che stanno sostenendo costi non da poco per cercare di sopperire al guasto. Al momento, possiamo dire che non abbiamo certezza sulla tempistica riguardante il ripristino. Come si organizzeranno le aziende? Quali comunicazioni ufficiali sono state notificate? Una cosa, in particolare: vorremmo capire ufficialmente quali le cause che hanno determinato una così lunga interruzione del servizio già rilevato nella giornata di martedì scorso.

“Ci sono aziende – continuano Colombo e Caccamo – che hanno sostenuto, solo in una giornata, la spesa di settecento euro ciascuno per acquisto dell’acqua. Insomma, ci si rende conto che si tratta di una situazione insostenibile.  

 
Commenta la News