Benessere

Dieta molecolare per dimagrire 3 kg velocemente: menù completo

Ecco cosa si mangia giorno per giorno

La dieta molecolare può far dimagrire fino a 3 kg in una settimana. E’ una dieta che si basa su una alimentazione che dà benessere e salute all’organismo. La dieta molecolare può considerarsi una dieta sana ed equilibrata in quanto prevede un buon apporto di carboidrati e proteine.

La dieta molecolare è un regime alimentare ideato alcuni anni fa dal medico Pier Luigi Rossi, specialista in Scienza dell’Alimentazione e in Igiene e Medicina Preventiva, attualmente docente a contratto all’università degli studi di Bologna.La dieta molecolare, dopo un lungo periodo di relativo silenzio, è tornata agli onori delle cronache dopo l’uscita del libro Dalle calorie alle molecole (Aboca, 2016). La dieta molecolare si basa anche su alcune regole ovvero mangiare prima della pasta un po’ di verdura cruda, fare regolarmente attività fisica o anche una passeggiata di almeno 30 minuti e mangiare di più mattina e pranzo mentre la cena deve essere leggera.

Ma vediamo cosa si mangia nella dieta molecolare per dimagrire 3 kg in una settimana in un esempio settimanale, giorno per giorno. Lunedì: colazione con un caffè oppure una tazza di tè senza zuccherare, uno yogurt magro, due mandorle e una fettina di pane con un velo di marmellata. Spuntino: una fetta di anguria. Pranzo: insalata mista, spinaci bolliti e una fettina di pane integrale. Merenda: una tisana drenante al tarassaco o un tè verde. Cena: Insalata di sedano e rucola, asparagi cotti al vapore, un trancio di salmone cotto al vapore e 1 fettina di pane integrale.

Martedì: colazione con un caffè oppure una tazza di tè senza zuccherare, un bicchiere di latte, due noci e fiocchi d’avena. Spuntino: due kiwi. Pranzo: insalata mista, verdure cotte alla griglia e una fettina di pane integrale. Merenda: una spremuta di arancia o una tisana depurativa. Cena: Insalata di lattuga e finocchi, una fettina di pollo al limone, zucchine lesse e condite con un cucchiaio di olio a crudo, una fettina di pane. Mercoledì: colazione con un caffè oppure una tazza di tè senza zuccherare, uno yogurt magro, due mandorle e una fettina di pane con un velo di marmellata. Spuntino: un pompelmo. Pranzo: insalata di radicchio e rucola, 80 grammi di pasta con pesto di noci, cicoria lessa. Merenda: una tisana al finocchio o un tè verde. Cena: insalata di lattuga e sedano, un piatto di zuppa di legumi, bieta lessa e condita con olio a crudo e una fettina di pane.

Giovedì: colazione con un tè o un caffè senza aggiunta di zucchero o un bicchiere di latte, due noci e fiocchi d’avena. Spuntino: una pesca. Pranzo: una sogliola al vapore, insalata mista, zucchine cotte al vapore e una fettina di pane. Merenda: una tisana drenante al finocchio. Cena: petto di tacchino alla griglia, insalata di pomodoro e una fettina di pane. Venerdì: colazione con un caffè oppure una tazza di tè senza zuccherare, uno yogurt magro, due mandorle e una fettina di pane con un velo di marmellata. Spuntino: una fetta di anguria. Pranzo: insalata mista, 50 grammi di ricotta di mucca, una patata piccola cotta al vapore, broccoli lessi il tutto condito con olio a crudo e succo di limone.

Merenda: una pesca o un tè verde. Cena: Carote alla julienne, frittata con due uova, spinaci lessi. Sabato: colazione con un caffè oppure unatazza di tè senza zuccherare, un bicchiere di latte, 2 noci e fiocchi d’avena. Spuntino: due fette di ananas. Pranzo: insalata iceberg, 100 grammi di bresaola, cicoria e una patata bollita. Merenda: una pera. Cena: insalata di radicchio, straccetti di manzo conditi con aceto balsamico, bieta lessa condita con olio e limone e 1 fettina di pane. Domenica: colazione con un caffè oppure una tazza di tè senza zuccherare, uno yogurt magro, due mandorle e una fettina di pane con un velo di marmellata. Spuntino: una pera. Pranzo: insalata mista, orata al cartoccio cotta al forno, con poche patate cotte al forno e spinaci lessi. Merenda: macedonia di frutta senza zucchero.Cena: petto di pollo o pesce alla griglia, insalata di lattuga e una fettina di pane integrale.

Come facciamo sempre nelle diete pubblicate sul nostro sito raccomandiamo di chiedere il parere del proprio medico o di uno specialista prima di seguire qualsiasi dieta o regime alimentare dietetico soprattutto se si soffre di varie patologie tra cui il diabete. Infine ricordiamo che la dieta sopraelencata è puramente indicativa e che la dieta va sempre elaborata e preparata da un medico specialista in base alle singole caratteristiche della persona. Prima di iniziare qualsiasi regime alimentare recarsi da uno specialista per chiedere l’autorizzazione, potrebbe arrecare gravi danni alla salute. Nota bene: “Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento”