Il servizio entrerà in funzione il 15 luglio

Al via il progetto “Mare senza…frontiere” nelle spiagge iblee

Ecco tutte le indicazioni

Al via il progetto “Mare senza…frontiere” che ha registrato la partecipazione di tutti i Comuni iblei. Il servizio entrerà in funzione il 15 luglio a: Marina di Ragusa - “Margarita”, Pozzallo – Lido “Enrique”, Marina di Acate – Guardia medica, Donnalucata – Riviera Ponente, Marina di Modica – piazza Mediterraneo, Scoglitti – Lido Mojito, Marina di Ispica – Lido “Otello”, Casuzze - Selene.

Il progetto “Mare senza… frontiere” nasce dall’esigenza di eliminare gli ostacoli che impediscono ai soggetti con diversa abilità motoria di accedere alla spiaggia e al mare favorendo, lo sviluppo di servizi di sostegno e supporto per le persone con disabilità neuromotorie. Inoltre, sono previste quattro postazioni infermieristiche, allocate nelle spiagge più frequentate: Marina di Ragusa, Margarita; Pozzallo, lido Enrique - spiaggia Pietre Nere Marina di Modica, piazza Mediterraneo e Scoglitti, lido Mojito. Un accesso attrezzato al mare per persone affette da SLA, patologie neuromotorie e altre disabilità motorie per permettere agli ospiti e ai loro familiari di trascorrere una giornata al mare in pieno relax e sicurezza. Verranno impiegati, per ogni postazione, due OSS – Operatori Socio Sanitari - con una presenza dalle ore 9.00 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 19.00, dal lunedì al venerdì dal 15 luglio al 31 agosto.

Nelle quattro sedi ospitanti i box infermieristici sarà garantita la presenza di due infermieri a turno dalle ore 9.00 alle 12.00 sempre per cinque giorni settimanali – lunedì/venerdì. È previsto, a cura dei Comuni, il potenziamento della dotazione di attrezzature che favoriscono la movimentazione dei soggetti in spiaggia, il loro accesso al mare, la loro permanenza in spiaggia grazie a dei lettini mare, tubi, elastici, manipoli, etc. offerti dai Comuni in cui ricadono le località balneari. Un forte contributo sarà garantito delle Associazioni dei disabili, infatti, il Coordinamento pro_diritti H, che ha espresso apprezzamento per l’iniziativa, supporterà con proprio personale il progetto.

Infine, il Lions Club Service Host Ragusa ha fornito le magliette e i cappellini che serviranno, come divisa, per meglio individuare gli OSS e gli Infermieri.