Diocesi

San Biagio, a Comiso i solenni festeggiamenti

L'intera città si mobilita

San Biagio, al via i solenni festeggiamenti in onore del Patrono di Comiso. “Come ogni anno, anche in questo 2019, San Biagio si ripropone a tutti come “festa di memoria” in quanto al nostro santo patrono si riannoda la vita stessa di tutta la comunità cittadina.

La memoria custodita e tramandata si fa lode al Signore, “gloria e corona dei santi” e la lode testimonianza della gioia, perché riscopriamo, come una grande famiglia, la bellezza dell’unità e della comunione fraterna tra di noi e tra le generazioni. San Biagio fu martire: versò il suo sangue in totale fedeltà a Cristo perché credette che “né morte né vita potranno mai separarci dall’amore di Dio in Gesù Cristo”. La sua testimonianza esercita su di noi, ancora oggi, un fascino speciale”. Lo dice, nel messaggio rivolto ai fedeli, il rettore di San Biagio, il sacerdote Innocenzo Mascali, aprendo i solenni festeggiamenti in onore del patrono di Comiso.

Domenica scorsa ha preso il via il mese dedicato al vescovo martire. Per tutto il mese di luglio le funzioni si svolgeranno nella Rettoria di San Biagio. Alle 9 la celebrazione eucaristica, alle 18,30 la recita del Rosario e la coroncina di San Biagio e alle 19 la celebrazione eucaristica. Domenica scorsa, il rettore ha presieduto la celebrazione eucaristica delle 19. Da ieri e sino a sabato 6 luglio le giornate che anticipano la preparazione ai solenni festeggiamenti del santo patrono. Sabato, dopo i solenni Vespri delle 18,15, la celebrazione eucaristica delle 19 sarà presieduta dal sacerdote Santo Sessa, carmelitano, e animata dal gruppo carmelitano della parrocchia.

Subito dopo, alle 20, ci sarà la presentazione, presso l’auditorium Carlo Pace, del libro “Il Carmelo a Comiso” di Rosario Taranto. Domenica, dopo la celebrazione eucaristica delle 9 e delle 11, ci sarà alle 16 la prima edizione del torneo di burraco che avrà finalità benefiche a cura dell’associazione culturale Yhomisur presso l’agriturismo “Sugarelle”. Alle 18,30 la recita del Rosario e la coroncina di San Biagio mentre alle 19 si terrà la santa messa. Da lunedì 8 a venerdì 12 luglio, poi la settimana di preparazione ai solenni festeggiamenti del santo patrono.

Per l’occasione l’impresa ecologica Busso Sebastiano, che effettua il servizio di igiene ambientale sul territorio comunale, darà vita ad un’azione di pulizia straordinaria per rendere i luoghi della festa i più decorosi possibile. “Affidiamo all’intercessione di San Biagio – dice ancora il rettore, don Mascali – il presente e il futuro della città di Comiso: che il Signore compia in noi la sua volontà come in San Biagio”. E’ venerato fin dall’antichità come uno dei 14 santi “ausiliatori”, il che significa che è stato tra i santi più venerati e popolari per ben oltre un millennio ed ancora oggi non solo a Comiso, ma in tutta la Chiesa, la devozione verso San Biagio è ben diffusa e radicata.