Motori, sensibilizzazione e solidarietà

Memorial Giorgio Ereddia, edizione dai grandi numeri

Tra i partecipanti anche Luca Giannone

E' stata una edizione dai numeri importanti, quella del 3° Memorial Giorgio Ereddia andato in archivio domenica scorsa. L'evento dedicato al giovane modicano scoparso a seguito di un incidente in via Nazionale nell'aprile del 2016 si è svolto al circuito "Vincenza" di Ispica. Ad organizzarlo, Vincenzo Candiano, il suo team ‘Street Racers’ con Mike Cannizzaro ed il ‘Team Lorenzo’, di Lorenzo e Rosy.

Più di 70 sulle due ruote nel gruppo degli Amici Motociclisti Scicli, in giro per le strade iblee e più di 60 gli appassionati dell‘Abarth Club Sicilia, protagonisti sino in fondo, in pista e sulla strada. Più di 80, poi, chi su kart, scooter, auto da corsa e stradali, è stato protagonista sul circuito nel ricordo di Giorgio e della sua infinita passione per i motori. Attrazione della terza edizione di questo ‘memorial’, è stata la FIAT Panda, anno ’99, con cui Luca Giannone, ragazzo modicano, ha raggiunto ed ha fatto ritorno da Capo Nord, dopo più di 14.000 chilometri in 28, lunghi giorni. Luca, è stato prima nel paddock e poi in pista con la Panda del nonno, facendo i tre giri che hanno coronato quel sogno che inseguiva da 10 anni, quelli passati dalla morte del nonno ad oggi: raggiungere il capo estremo dell’Europa e tornare.

Luca Giannone, con la sua ‘eroica’ Fiat Panda, ha raccontato un’avventura incredibile. Con lui, il fratello Carmelo, ingegnere all’Alfa Romeo, e creatore del design della Stelvio. Protagonista in pista, anche la mitica Lancia Delta, grande novità dell’edizione 2019 del Memorial Giorgio Ereddia. ‘Gettonatissimo’ il pilota, Giuseppe Nucita. Il suo ‘Sali a bordo’, è stato ancora una volta un successo, con l’ebbrezza di un giro in circuito da ‘navigatore’ di uno dei migliori ‘rallysti’ italiani. E ammirazione per il Club 500 Vittorio Brambilla di Modica, che ha collaborato all’evento e che ha partecipato con le sue vetture, alla competizione su pista. Ma la protagonista assoluta, ancora una volta, è stata la Solidarietà tangibile. 1.250 euro, il valore dell'’assegno, grazie ai fondi raccolti, consegnato ai responsabili e ai ragazzi all’associazione Nessuno Escluso che si prende cura dei Bambini del Convento del Rosario di Scicli.

A Gabriella Portelli, responsabile della Onlus, ed ai ‘suoi’ bambini, la consegna dell’assegno prima che una targa venisse consegnata alla famiglia di Ciccio Zisa. A ‘Nessuno escluso’, non solo i fondi raccolti durante l’evento ma anche una donazione dei dipendenti SCAR di Modica che hanno regalato ben 500 euro di giocattoli ai ragazzini del ‘Rosario’ più una vera e propria valanga di vestiario. A loro, anche la donazione di alcuni piloti che hanno devoluto la loro quota di iscrizione, non avendo potuto partecipare alle prove su pista. Tantissima la gente che si è assiepata sulle terrazze ed al paddock del ‘Circuito Vincenza’ di Ispica e belle le parole spese dal sindaco di Ispica, Pierenzo Muraglie, premiato dagli organizzatori con una targa ricordo e che ha sottolineato il valore di manifestazioni che servono a sensibilizzare ad una guida corretta su strada, attenta ed importante e a ‘sfogare’ la passione per i motori sulla pista. E riuscita anche la gimkana tra automobilismo e calcio, curata dall’ASD Real Modica dei fratelli Di Rosa.