Benessere

Dieta per pressione alta: ecco cosa mangiare

Menù tipo di un giorno

La dieta per la pressione alta prevede il consumo di alcuni alimenti semplici. La pressione alta o ipertensione è un problema che riguarda milioni di italiani, i quali ogni giorno si trovano alle prese con terapie e diete specifiche.

La dieta per la pressione alta può essere un ottimo rimedio naturale per tenerla sotto controllo ed abbassarla ma devono essere seguite anche delle regole, vediamo quali: non aggiungere il sale alle pietanze già condite, non aggiungere il sale all'acqua di cottura della pasta, mangiare il pane senza sale, ridurre al minimo il consumo di cibi pronti, spuntini salati, salse (anche di soia), dadi, scegliere gli alimenti integrali. Ma vediamo cosa si mangia nella dieta per la pressione alta in un esempio di menù giornaliero.

Colazione con un tè verde con 4 cucchiaini di confettura di albicocche e 70 g di pane integrale, Spuntino: una ciotola di macedonia di frutta con sciroppo d'acero (2 cucchiaini). Pranzo: 80 g di fusilli integrali al pesto di rucola e ricotta e insalata mista con lattuga, pomodori e peperoni; 1 tazza di carcadè (1 cucchiaino di carcadé in 1 tazza di acqua calda per 5 minuti) Merenda: 1 frullato di melone e di pesche. Cena: una fetta di torta salata con spinaci e ricotta e insalata mista condita con olio e zenzero (1-2 cm di radice fresca grattugiata); 1 tazza di carcadé (1 cucchiaino di carcadé in 1 tazza di acqua calda per 5 minuti).

Come sempre nelle diete pubblicate sul nostro sito raccomandiamo di chiedere il parere del proprio medico o di uno specialista prima di cominciare qualsiasi tipo di regime alimentare dietetico, soprattutto quando si soffre di patologie importanti come il diabete e non solo.
Ma cos’è la pressione alta? La pressione arteriosa è una misura della forza con cui il sangue scorre nel corpo; è una delle principali cause di malattie cardiovascolari, che a loro volta sono la prima causa di morte nel mondo occidentale. Il sintomo chiave è ovviamente la pressione alta, ma valutata come media di almeno 2 misurazioni consecutive, rilevate in almeno due occasioni diverse.

In genere non si manifesta alcun altro sintomo; il mal di testa è relativamente poco comune e di norma limitato ai casi più severi (crisi ipertensiva). Quando si manifesta è più frequente al mattino e localizzabile nella zona della nuca. Occasionalmente possono verificarsi altri sintomi, come ad esempio: affaticabilità, impotenza, nausea, palpitazioni, visione offuscata, epistassi (sangue dal naso).