Il simulacro tornerà nella nicchia il 22 giugno

Ragusa, slitta la reposizione di San Giorgio

Per venire incontro alle richieste dei devoti

A Ragusa è stato deciso di posticipare di una settimana il rito della reposizione del simulacro di San Giorgio nella nicchia che lo ospita tutto l’anno. Cerimonia che si sarebbe dovuta tenere sabato e che, invece, è slittata di una settimana proprio per consentire a fedeli di continuare a venerarlo accanto all’altare maggiore del Duomo di Ragusa.

La reposizione del simulacro, ma anche dell’Arca santa, si terrà quindi sabato 22 giugno, alle 19,30, dopo la santa messa vespertina. Prima si procederà alla reposizione dell’Arca santa, contenente numerose reliquie di santi, che, con un complesso sistema di argani, sarà riposta nella propria nicchia. Poi, toccherà al simulacro del santo cavaliere. E, naturalmente, ci sarà spazio per la consueta “ballata” oltre che per dare modo ai devoti e ai fedeli presenti di “salutare” San Giorgio, dando l’arrivederci al prossimo anno. Il comitato dei festeggiamenti, d’intesa con il parroco don Pietro Floridia, sta cercando, in via del tutto eccezionale, anche perché i tempi liturgici lo consentono, di venire incontro alle richieste dei devoti, posticipando di una settimana il rito della reposizione. 

 
Commenta la News