Benessere

Diabete, ambulatorio solidale per diabetici a Ragusa: visite gratuite

Nella sede Aiad

Da sabato 15 giugno l’attività dell’Associazione Italiana Assistenza Diabetici di Ragusa si arricchisce anche dell’ambulatorio solidale che nasce dalla collaborazione con il progetto ‘So.San’ voluto dal Lions club Ragusa Host.

Artefici di questa importante collaborazione a favore di una uutenza fragile, la presidente dell’Aiad Gianna Miceli ed il presidente dal Lions club Ragusa Host Salvatore Damanti. In pratica, nell’ambulatorio specialistico solidale sarà a disposizione la consulenza gratuita di alcuni medici specialisti, per la maggior parte medici in pensione che desiderano dare un aiuto concreto a persone economicamente deboli. L’inaugurazione di terrà sabato 15 giugno alle 11 presso la sede Aiad di Ragusa, in via GB Odierna n. 86. Saranno presenti il Responsabile Nazionale e regionale ambulatorio solidale, rispettivamente, dott. Salvatore Trigona e Antonino Parisi, e numerosi rappresentanti del Club Service Lions Club Ragusa Host.

Per l’occasione il presidente Salvatore Damanti dichiara “da tempo, abbiamo iniziato con l’Associazione Aiad di Ragusa una collaborazione che ci ha visti uniti nelle campagne di promozione della salute in numerosi appuntamenti. Da questa fattiva collaborazione è nata l’idea di affiancare all’attività di volontariato che l’Associazione svolge, in maniera straordinaria da 25 anni con i due colleghi diabetologi garantendo attività specialistica per le persone con il diabete, anche quella di altri colleghi specialisti allargando le prestazioni anche alle persone che non riescono a pagare le normali cure mediche. Un ambulatorio solidale per utenza fragile (indigente, bisognosa).

I medici Lions si alterneranno nelle visite e nelle cure dei bisognosi”. Da parte sua la presidente Gianna Miceli aggiunge “il modello Aiad, reale e fattivo, che da 25 anni aiuta le persone con questa patologia così impattante, come il diabete, è, certamente, un’esperienza che fa ben sperare. Noi siamo abituati a dare risposte concrete alle persone più sfortunate e allargare la “nostra casa” per fare posto ad altri che hanno bisogno non può che renderci ancora più orgogliosi per la nostra attività. I nostri Associati beneficeranno anche di altri specialisti volontari, grazie ai medici che il Lions ha messo a disposizione, e questo è un grosso risultato per l’Aiad”.

All’unisono poi i due presidenti concludono “si tratta di un evento davvero importante e le Istituzioni è giusto che facciano sentire la loro presenza“. (daniele distefano)