Governo

Radio Radicale e Rai, la maggioranza si spacca

Nuove tensioni all'interno della maggioranza

Nuove tensioni all'interno della maggioranza, con Lega e Movimento 5 Stelle che si spaccano su Radio Radicale e Rai. "Il governo va sotto in commissione. Per ora Radio Radicale e' salva. Abbiamo fatto il nostro compito di opposizione seria e responsabile.

La maggioranza esce a pezzi da questa vicenda", e' il tweet con cui il deputato del Pd, Enrico Borghi ha annunciato che la Lega ha votato con le opposizioni per salvare la radio, mentre i 5 stelle hanno votato contro. Duro Luigi Di Maio su Facebook: "Oggi la maggioranza di governo si e' spaccata, per la prima volta. E' stato cosi', e' inutile nasconderlo. Si e' spaccata su una proposta presentata dai renziani del Pd che prevede di regalare altri 3 milioni di euro di soldi pubblici, soldi delle vostre tasse, a Radio Radicale. La Lega ha votato a favore (insieme a Forza Italia), con mia grande sorpresa. Secondo noi e' una cosa gravissima, di cui anche la Lega dovra' rispondere davanti ai cittadini".

Maggioranza spaccata anche in commissione Vigilanza. Lega e M5S hanno impedito che la commissione si esprimesse sul doppio incarico di Marcello Foa quale presidente della Rai e della societa' controllata Rai Com facendo mancare il numero legale. "Vigilanza Rai: M5s-Lega divisi su Foa fanno saltare ancora seduta. Parlamento bloccato e umiliato, maggioranza per lavorare non c'e' piu': uniti solo da arroganza contro istituzioni colleghi e funzionari", scrive su Twitter il deputato del Pd e segretario della commissione di Vigilanza Rai, Michele Anzaldi.

(ITALPRESS)
 
Commenta la News