Evento culturale di spessore

Pedro Cano espone le sue opere a Ragusa

Una mostra dedicata a Ragusa e Matera

Il pittore spagnolo Pedro Cano torna a Ragusa con la mostra che esalta la simbiosi tra due realtà urbanistiche a cui il maestro è legato profondamente. Venerdì 14 giugno, alle 17,30, negli spazi espositivi di via Sant’Anna, sarà inaugurata “Ragusa Matera. Due città a Sud”. Nei 24 acquerelli dedicati alle due città, Cano mette a confronto, la bellezza di questi luoghi.

Nell’anno in cui Matera è stata nominata capitale europea della Cultura, la mostra intende diventare uno spunto di riflessione affinché Ragusa come Matera possa senza alcun dubbio ambire al raggiungimento di questo prezioso riconoscimento. La mostra potrà essere visitata sino al 14 luglio, da martedì a domenica secondo i seguenti orari: la mattina dalle 10 alle 13 e il pomeriggio dalle 17 alle 21. L’iniziativa è patrocinata dal Comune di Ragusa oltre che dalla Fondazione Pedro Cano ed è inserita nell’ambito degli appuntamenti culturali di “A Tutto Volume”. Il maestro ha dipinto rigorosamente dal vero e ad acquerello le 24 opere che saranno esposte, dedicate 12 a Ragusa e le altre 12 a Matera. Le sue opere, richieste ed esposte in musei di tutto il mondo (di recente anche i Musei vaticani hanno acquisito un grande quadro dell’artista), raccontano un vissuto di lunghi viaggi, importanti incontri, come quello con lo scrittore Italo Calvino.

Dopo aver vinto il Prix de Rome all’Accademia di Spagna, alla fine degli anni Sessanta, Cano ha iniziato la sua carriera che lo ha visto esporre in alcune tra le più grandi città del mondo, da Madrid a Beirut, a Lisbona, Amsterdam, Parigi, New York, Toronto, Bogotà, Salisburgo. A Ragusa, dove ha tenuto una serie di workshop in passato, il maestro aveva fatto conoscere la sua arte anche nel 2014 grazie al successo della mostra IX Mediterranei.  

 
Commenta la News