Sabato 15 e domenica 16 giugno

C'è fermento per il 6° Autoslalom Sciacca Terme

Cinque validità, tra nazionali e regionali

C'è fermento a Sciacca sul litorale agrigentino, in vista del 6° Autoslalom Sciacca Terme, la kermesse automobilistica destinata ad accendere i motori nel weekend compreso tra sabato 15 e domenica 16 giugno, su una sezione del tracciato che, anni addietro, ospitò la leggendaria cronoscalata Sciacca-Monte Kronio.

In attesa di procedere alla definizione del ‘roster’ completo dei piloti ‘smaniosi’ di accettare la nuova sfida tra i birilli, il dato più rilevante riguarda le iscrizioni, che proprio in queste ore continuano a pervenire numerose sui tavoli del Comitato organizzatore, coordinato come tradizione consolidata dal Team Palikè Palermo (con al timone Annamaria Lanzarone, Nicola, Dario, Roberto ed Alice Cirrito). A promuovere a 360° sul territorio lo slalom è inoltre la Scuderia Sciacca Corse, a sua volta rappresentata dal presidente Pierpaolo Cravotta e dai collaboratori-piloti Stefano Sutera, Stefano Marciante ed Ignazio Bonavires (già campione italiano Slalom gruppo N 2017). Patrocinio a cura del Comune di Sciacca, retto dal sindaco Francesca Valenti.

Il 6° Autoslalom Sciacca Terme si è visto confermare per quest’anno da AciSport ben cinque validità, tra nazionali e regionali, a riprova della qualità offerta dalla manifestazione allestita nella cittadina nota per il più antico Carnevale di Sicilia, per la sua industria ittico- conserviera, per le apprezzate case vinicole ed olearie, per il corallo e le ceramiche. Lo “Sciacca Terme” avrà infatti valenza per il rinnovato Trofeo d’Italia Sud della specialità (è terza prova stagionale), per la Coppa AciSport 5a zona (di cui costituisce il terzo appuntamento), per il Trofeo Italiano Femminile (vinto per due anni consecutivi, 2017 e 2018, dalla palermitana Enza Allotta), per il Campionato siciliano AciSport Slalom (quale settima tappa per l’anno solare in corso), nonché per lo Challenge Palikè 2019, la serie regionale promossa dal Team Palikè Palermo per la ventunesima volta e sempre capace di riscuotere grossissimi consensi tra i piloti e gli addetti ai lavori.

Lo Slalom Sciacca Terme “atto sesto” si disputerà domenica 16 giugno, ancora lungo la strada provinciale n. 54, arteria che, dalla periferia cittadina, s’inerpica sino al monte Kronio, che sovrasta la città termale. Il tratto interessato dalla corsa automobilistica è della lunghezza di poco meno di 3 km (2,990 km, tanto per essere esatti). Lo “start” sarà localizzato sul prolungamento di via Aldo Moro (dove è stato previsto l’allineamento per le vetture, poco prima della partenza), mentre l’arrivo è individuato lungo la via San Calogero al Monte (sempre ricadente sulla s.p. 54), non lontano dalla famosa Basilica Santuario dedicata a San Calogero. Sono tre le manche cronometrate, da regolamento, senza ricognizione del tracciato (che ricalca in parte i fasti della mai dimenticata cronoscalata Sciacca-Monte Kronio, capace di raggiungere la massima notorietà tra gli anni Ottanta e Novanta del secolo scorso). 

Il 6° Slalom Sciacca Terme entrerà comunque nel vivo nel pomeriggio di sabato 15 giugno, con le canoniche verifiche sportive e tecniche, previste, rispettivamente, dalle 14.30 alle 19 nei locali della Casa comunale di corso Vittorio Emanuele e dalle 15 alle 19.30 nell’attigua piazza Scandaliato, “salotto” di Sciacca. I motori si accenderanno sul serio domenica 16 giugno, alle 9, con il coordinamento dell’esperto direttore di gara casertano Gioacchino Cimmino. Sono tredici, nel suo complesso, le postazioni di rallentamento ideate per i concorrenti, con altrettante serie di birilli collocati in punti “nodali” del percorso. 

 
Commenta la News