Cronaca

Carabinieri, controlli a Comiso e Vittoria: 3 arresti

Eseguiti la scorsa settimana

La Compagnia dei Carabinieri di Vittoria, la scorsa settimana, ha svolto serrati controlli in tutta la giurisdizione di competenza, finalizzati al contrasto dei reati predatori, nell’ambito dei quali sono state controllate 95 persone e sottoposti a perquisizione veicolare 32 autovetture, nonché eseguite numerose ispezioni nei confronti degli esercizi commerciali.

All’esito di tale attività, i Carabinieri della Stazione di Vittoria hanno tratto in arresto nella flagranza del reato di furto aggravato di energia elettrica Villi Crocifisso cl.64, disoccupato, pregiudicato, residente a Vittoria. In particolare, i militari dell’ Arma, a seguito di mirati controlli esperiti congiuntamente a personale specializzato dell’ ENEL, hanno accertato all’interno dell’ abitazione dell’arrestato la manomissione del contatore dell’energia elettrica, al fine di eluderne il reale consumo. L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato sottoposto agli arresti domiciliari su disposizione dell’ Autorità Giudiziaria di Ragusa.

I Carabinieri della Stazione di Comiso hanno arrestato su ordine di esecuzione per l’ espiazione di pena residua in regime di detenzione domiciliare emesso dalla Procura della Repubblica presso la Corte d’ Appello di Milano – Ufficio esecuzioni penali, Elhachmi El Idrissi Jihadeddine cl.1990, pregiudicato, marocchino, poiché riconosciuto colpevole di una rapina ad un passante commessa in una via del centro cittadino di Milano nel maggio 2018. Nella notte di mercoledì, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Vittoria, congiuntamente alla locale Stazione, hanno arrestato in flagranza per il reato di resistenza a Pubblico Ufficiale un 24enne romeno, domiciliato a Vittoria.

Il giovane ha dato in escandescenze dopo una lite scaturita per futili motivi con la propria ex convivente, distruggendo parzialmente l’auto della donna mediante l’uso di un pannello in legno. A seguito della segnalazione d’intervento pervenuta sull’utenza “112”, sul posto sono intervenute due pattuglie dei Carabinieri, che hanno circondato l’uomo: alla vista dei militari, l’esagitato, in evidente stato di ebbrezza alcolica, ha dapprima minacciato e spintonato i militari cercando di colpirli con calci e pugni e, successivamente, dopo aver opposto resistenza attiva, è stato prontamente bloccato e disarmato.

Un Carabiniere ha riportato lievissime lesioni. L’arrestato è stato sottoposto agli arresti domiciliari su disposizione dell’ Autorità Giudiziaria Iblea. 

 
Commenta la News