Benessere

Dieta per dimagrire le gambe: risveglia metabolismo e brucia grassi

Perdere peso con tanta frutta e verdure

La dieta per dimagrire le gambe è una dieta che si basa su una alimentazione ricca di frutta e verdura. E’ una dieta che risveglia il metabolismo e aiuta a bruciare i grassi nei punti critici (cosce, gambe, glutei).

Per dimagrire oltre a seguire la dieta per dimagrire le gambe bisogna anche svolgere una regolare attività fisica di almeno due o tre volte a settimana. Ma vediamo cosa si mangia nella dieta per dimagrire le gambe in un esempio di menù giornaliero. Colazione: una spremuta di pompelmo, g 40 di pane tostato (pesato prima della tostatura) con due cucchiaini di marmellata. Spuntino: un ghiacciolo alla frutta o una spremuta d'arancia. Pranzo: una porzione di pesce (a scelta tra pesce azzurro: alici, sarde, sgombro oppure salmone, pesce spada), cucinato e condito secondo le abitudini alimentari familiari (non mangiare alimenti fritti, carni insaccate e formaggi).

A pranzo come contorno verdure a scelta tra peperoni, lattuga, spinaci, radicchio verde, rucola, pomodori (sconsigliati legumi, patate e mais), circa 40 grammi di pane. Tra la frutta si può scegliere: g 200 di ananas o di fragole o di melone o g 400 di cocomero o una pesca o 3 albicocche o 3 nespole o 3 prugne o 20 ciliegie o g 200 di ribes o mirtilli o lamponi. Merenda: un ghiacciolo alla frutta o una spremuta d'arancia. Cena: carne bianca o due uova sode e un abbondante contorno di verdure a scelta tra peperoni, lattuga, spinaci, radicchio verde, rucola, pomodori) non mangiare legumi, patate e mais. Per la cena a scelta si può mangiare 40 grammi di pane o una porzione di patate o di legumi freschi (g 150 circa).

Tra la frutta: g 200 di ananas o di fragole o di melone o g 400 di cocomero o una pesca o 3 albicocche o 3 nespole o 3 prugne o 20 ciliegie o g 200 di ribes o mirtilli o lamponi. Dopo la cena se si ha ancora fame si può scegliere tra una mousse magra alla frutta o in alternativa un bicchiere di latte parzialmente scremato o 20 g di biscotti anche al cioccolato o un sorbetto alla frutta oppure un frutto di stagione. Trattandosi di una dieta particolare ricordiamo che non è adatta a tutti. La dieta deve essere condotta sotto stretto controllo medico, una raccomandazione che facciamo sempre in tutte le diete pubblicate sul nostro sito soprattutto se si soffre di varie patologie tra cui il diabete, malattie renali e ipertensione.

E’ proprio il medico a stabilire quali cibi inserire nei pasti quotidiani, dopo aver visitato il paziente accuratamente, tenendo conto del suo stato di salute. 

 
Commenta la News