Politica

Carta elettronica per entrare al cimitero di Modica

Il Pd presenterà interrogazione al Consiglio comunale

“In questi giorni parecchi cittadini ci hanno segnalato che è stato inibito l’ingresso al cimitero di Modica con le autovetture eccezion fatta per anziani e persone con disabilità”. E’ quanto scrive in una nota Ezio Castrusini del Pd di Modica.

“Quest’ultime - spiega Castrusini - possono accedere solo se munite di carta elettronica rilasciata dalla società di gestione dei servizi cimiteriali al costo di euro 25,00 da versare a titolo di cauzione. A differenza della parte antica del cimitero dove si poteva e si può tuttora entrare solo a piedi, tranne i mezzi di servizio e/o trasporto defunti, nella parte nuova del cimitero da tempo esiste la possibilità di accedere con autoveicoli adesso sottoposta a limitazioni. Dato per scontato che la decisione di cui sopra è stata presa col consenso dell’amministrazione comunale, chiediamo di conoscere quale norma, e successivo atto amministrativo, permette che il gestore privato possa rilasciare permessi di accesso e riscuotere somme per fattispecie non contemplate dal progetto di finanza del Cimitero.

Non vi è alcun dubbio, infatti, che pur alla presenza di una concessione a privato, il cimitero rimane sempre bene demaniale del Comune e solo a questo ente compete la facoltà di disciplinare l’accesso dei cittadini fissandone modalità ed eventuali costi. Riteniamo – conclude Castrusini - in ogni caso inopportuno e persino di pessimo gusto che si pretenda da disabili e anziani il pagamento di una somma di denaro (peraltro piuttosto elevata per il costo reale di una carta magnetica) e ne chiediamo quindi la gratuità. Invitiamo, infine, l’amministrazione comunale ad adottare sistemi più consoni alla sacralità del luogo per contrastare i presunti “furbetti” e a prevedere invece un sistema di trasporto gratuito interno al cimitero per consentire a tutte le persone con ridotta mobilità di poter visitare i propri defunti con le minori difficoltà possibili”.

Sul punto il Pd, per il tramite dei suoi consiglieri presenterà interrogazione in consiglio comunale.