Auto

Fiat Chrysler Automobiles, Fca proposta per fusione con gruppo Renault

Ha inviato una lettera non vincolante

Fiat Chrysler Automobiles ha inviato una lettera non vincolante al Consiglio di Amministrazione di Groupe Renault proponendo "una aggregazione delle rispettive attivita' nella forma della fusione 50/50", si legge in una nota.

"L'aggregazione proposta creerebbe uno dei principali produttori di auto al mondo in termini di fatturato, volumi, redditivita' e tecnologia a beneficio dei rispettivi azionisti e degli stakeholder delle societa'", spiega Fca. L'eventuale fusione portera' alla nascita del terzo piu' grande Original Equipment Manufacturer (Oem) con 8,7 milioni di veicoli venduti e una forte presenza di mercato nelle regioni e nei segmenti chiave. La fusione non comportera' nessuna chiusura di stabilimenti e 5 miliardi di sinergie, in aggiunta a quelle con l'Alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi.

L'aggregazione tra Renault e Fca verrebbe effettuata come operazione di fusione sotto una capogruppo olandese. Fca e l'alleanza Renault-Nissan hanno anche sede in Olanda. La Societa' capogruppo sara' quotata sulla Borsa Italiana (Milano), Euronext (Parigi) e al New York Stock Exchange. Il Consiglio di Amministrazione della societa' risultante dalla fusione sarebbe inizialmente composto da 11 membri, con una maggioranza di consiglieri indipendenti, e con un numero uguale di consiglieri, 4 ciascuna, in rappresentanza di FCA e Groupe Renault e uno designato da Nissan. Inoltre, non sarebbero trasferiti i diritti di doppio voto oggi esistenti, si tratta di un'opzione prevista dalla legge olandese che concede il voto doppio su alcuni tipi di azioni.

(ITALPRESS)
 
Commenta la News