Moto

Moto storiche nel barocco ibleo: anche le Moto Guzzi anni '30

Al via da Poggio del Sole

Moto Guzzi Sport 15 e Sport 14 immatricolate negli anni Trenta. Ma anche una Falcone datata anni Cinquanta e una V7 sport degli anni Sessanta, naturalmente sempre per quanto riguarda la prestigiosa casa italiana.

E poi, ancora, la presenza di Vespa Piaggio Supersport per non parlare delle mitiche moto inglesi come Triumph, Ariel, Bsa, Norton o di quelle giapponesi come Kasawaki e Honda 550 Four. In lizza anche una vecchia moto della Polizia stradale. A dare un tocco di internazionalità in più all’evento la presenza di quattordici equipaggi provenienti dalla vicina isola di Malta. La quindicesima edizione di Moto storiche nel barocco ibleo sembra aver colpito nel segno. E, nonostante la giornata uggiosa e la pioggerellina che a tratti ha caratterizzato il percorso, gli appassionati hanno vissuto la loro prima giornata della kermesse celebrando, nella maniera migliore, queste splendide cavalcature su due ruote.

Questa mattina, dopo le verifiche tecniche del caso, la partenza è stata data da Poggio del sole, sulla Sp 25 Ragusa mare. Il gruppo è poi transitato per Giubiliana, Ragusa, ma anche per la frazione rurale di San Giacomo. Quindi sono state raggiunte le cittadine che sorgono sui Monti Iblei di Buscemi e Ferla. Proprio qui, a Ferla, si è tenuta una visita culturale. Il pranzo è stato effettuato in un agriturismo della zona. Alle 16 il gruppo partirà per dirigersi verso Buccheri, quindi transito per Monterosso, Giarratana, il passaggio a Ragusa Ibla e il rientro in hotel dove si terrà la cena. Domani, domenica 26 maggio, alle 9,30, è in programma la partenza per Santa Croce da dove poi si raggiungerà Punta Secca e qui sarà possibile ammirare la casa di Montalbano. Quindi, ci si sposterà lungo Marina di Ragusa e si sosterà al porto turistico.

La partenza da questo luogo è prevista verso mezzogiorno mentre alle 13 si terrà il pranzo al ristorante Corte di bacco dove sarà effettuata la premiazione. Alle 15,30 il rientro in hotel, i saluti e il commiato. L’iniziativa è stata avviata in collaborazione con i Comuni di Ragusa e Ferla oltre che con il comando provinciale dell’Arma dei carabinieri. Soddisfatto il presidente del Veteran Car Club Ibleo, che organizza la manifestazione, assieme ai componenti del consiglio direttivo. Il presidente è Antonino Provenzale mentre i componenti del direttivo sono: Giuseppe Arestia, vice, Romolo Buccellato, tesoriere, Aldo D’Avola, consulente legale, Angelo Distefano, tecnico auto, Gianluca Gismondo, tecnico moto, Gianluca Salonia, eventi sociali, Federica Ildebrando, segreteria, Vincenzo Cascone, pubbliche relazioni.

“Ai nastri di partenza – chiarisce il presidente del Veteran Car Club Ibleo, Antonino Provenzale – una cinquantina di motociclisti per un evento che nel corso degli anni sta assumendo un valore sempre più significativo per tutti gli appassionati. Mi preme altresì sottolineare la grande collaborazione che ci arriva dalle forze dell’ordine. E poi lo spirito della kermesse motoristica, che non è assolutamente competitivo, mira a fare rivivere le atmosfere di un tempo”.