Benessere

Dieta no carboidrati per dimagrire velocemente

Due giorni a settimana senza carboidrati

La dieta no carboidrati per due giorni a settimana promette di far dimagrire fino a 2 kg velocemente. E’ quanto emerge da uno studio condotto in Inghilterra dal Genesis Breast Cancer Prevention Center dell’ospedale dell’Università di South Manchester e presentato a San Antonio, in Texas.

Nella ricerca, si è provato che tagliando il consumo di carboidrati per due giorni a settimana, e seguendo una dieta normale per tutti gli altri giorni, si possono perdere fino a 4 chili al mese, rispetto a una dieta da 1.400 calorie al giorno che ne fa perdere mensilmente in media 2,5 kg. E’ importante però durante la settimane evitare ogni tipo di dolce o snack salato e bevande alcoliche. Bisogna invece favorire tisane di ogni tipo, tè verde e bere almeno un litro e mezzo di acqua. Ma vediamo cosa si mangia nel due giorni della dieta no carboidrati.

Primo giorno: colazione con mezzo pompelmo fresco con un cucchiaino di zucchero di canna, 4 gallette di riso, caffè o tè verde. Spuntino: 4 albicocche o 4 prugne essicate e una tazza di tè verde. Pranzo: 150 grammi di petto di pollo alla griglia, un piatto abbondante di carote grattugiate o al vapore con un cucchiaino di olio d’oliva extravergine, una mela. Merenda: uno yogurt magro naturale e una tazza di the verde. Cena: 120 grammi di orata al forno, 200 grammi di cavolfiore o broccoli al vapore con un cucchiaino di olio extravergine d’oliva, una banana.

Secondo giorno: colazione con un bicchiere di latte scremato con 30 grammi di corn flakes, un kiwi, caffè o tè verde. Spuntino: due fette di ananas e una tazza di tè verde. Pranzo: un uovo sodo, 200 grammi di insalata verde e un pomodoro, un frutto di stagione. Merenda: uno yogurt magro alla frutta e una tazza di tè verde. Cena: 120 grammi di sogliola al vapore, 200 grammi di spinaci passati in padella con un cucchiaino d’olio extravergine, una macedonia di frutta fresca di stagione. Prima di andare a letto bisogna bere una tisana al finocchio o al tarassaco o ancora una camomilla.

Come sempre nelle nostre diete raccomandiamo di chiedere il parere del proprio medico o di uno specialista prima di cominciare qualsiai regime alimentare dietetico soprattutto se si soffre di varie patologie tra cui il diabete.