Benessere

Dieta colorata di maggio per dimagrire

Ecco cosa si mangia ogni giorno per perdere peso

La dieta colorata di maggio può far dimagrire fino a 3 kg in una settimana. Si mangiano fragole, ananas, bietole, asparagi, bietole, lattuga e tante altre verdure e frutta. E’ una dieta di primavera semplice da fare.

Ma vediamo cosa si mangia in un esempio settimanale della dieta colorata di maggio. Ecco alcuni esempi di colazione: caffè, tè, te verde oppure orzo, con 2 fette biscottate normali od integrali oppure latte scremato, con 2 fette biscottate normali od integrali oppure un vasetto di yogurt magro con 2 fette biscottate normali od integrali oppure una spremuta di arance con 2 fette biscottate normali od integrali. Lo spuntino mattutino a scelta tra: un vasetto di yogurt magro o un pacchetto di crackers integrali o un frutto di stagione.

Pranzo e cena per il lunedì, mercoledì e venerdì: pranzo: legumi, carne o pesce, contorno, pane. Cena: pesce o carne, contorno, pane. Martedì e Giovedì: pranzo con pasta o riso, carne o pesce, contorno. Cena: pesce o carne, contorno, pane. Sabato: pranzo con pesce o carne, contorno con verdure, pane (50 grammi). Cena: pizza (preferibilmente senza olio), un bicchiere di birra o di coca cola. Domenica: pranzo con pasta o riso, carne o pesce, contorno. Cena: pesce o carne, contorno, pane. La scelata per i primi piatti può variare con pasta, riso, pasta integrale, riso integrale. Legumi: lenticchie, ceci, fagioli, piselli, fave.

Secondi piatti: coniglio, pollo, tacchino, fesa di tacchino, bresaola, speck e prosciutto crudo (eliminando il grasso), vitello, manzo, maiale, agnello, capretto, carne in scatola, baccalà, alici, sarde, spigola, dentice, luccio, spigola, orata, merluzzo, cefalo, triglie, cernia, tonno in scatola. Come sempre nelle diete pubblicate sul nostro sito raccomandiamo di chiedere il parere del proprio medico o di uno specialista prima di cominciare qualsiasi regime alimentare dietetico. Questa dieta o qualsiasi altra dieta rimane indicativa perché la dieta va sempre studiata sulla singola persona da un medico o specialista.