Milano

Salvini: sui porti chiusi decido io

Sono l'autorità competente per la pubblica sicurezza nazionale

"Sulla chiusura dei porti decido io. Sono io l'autorita' competente per la pubblica sicurezza e la sicurezza nazionale. Quindi la decisione spetta al mio ministero". Cosi' Matteo Salvini da Milano tornando sul tema della sovrapposizione di competenze tra il ministero dell'Interno e quello ai Trasporti.

"Su quei barconi potrebbero esserci delinquenti o terroristi. Penso che Toninelli sia d'accordo con me". "Se si riapre qualche varco per gli sbarchi, aumentano le partenze e tornano i morti - ha sottolineato Salvini -. Spero che nel governo non ci siano nostalgici dei porti aperti, perche' con me i porti restano chiusi. Un conto e' la Marina Militare, che fa il suo dovere, ma ong, trafficanti e scafisti con me in Italia non ci arrivano". "Il governo va avanti perche' mi rifiuto di pensare che ci siano ministri del M5S che vogliono riaprire i porti all'immigrazione clandestina - ha detto ancora il vicepremier -.

Abbiamo lavorato bene per un anno, perche' dovremmo cambiare opinione? Io sono leale, spero che lo siano tutti cosi' come ho dimostrato io lealta' in questi ultimi undici mesi".

(ITALPRESS)