Benessere

Dieta del salmone o dieta lifting: dimagrire in bellezza

Ideata dal dermatologo americano Nicholas Perricone

La dieta del salmone aiuta a dimagrire e migliora la luminosità della pelle. La dieta del salmone è nota anche come dieta lifting. E’ stata ideata dal dermatologo americano Nicholas Perricone. Si basa sul consumo di alcuni alimenti che riducono l’infiammazione della pelle e spianano le rughe.

Prevede l’esclusione di alcuni alimenti ad alto contenuto di zuccheri, come pane, pasta, pizza, patate, banane, biscotti, o vegetali non di colore verde (carote, mais, pomodori). Si mangiano invece avocado, mirtilli, ribes, more, vegetali a foglia verde scuro (spinaci e bietole) e soprattutto il salmone. Durante la dieta inoltre si devono bere almeno 8 bicchieri di acqua al giorno pari a circa un litro e mezzo e dedicare almeno 40 minuti per sei giorni a settimana ad attività fisica. Lo schema della dieta di Perricone è motlo rigido è prevede un consumo elevato di salmone durante la giornata, una regola molto estrema che potrebbe essere dannosa per la salute. Per questo motivo alcuni nutrizionisti nel tempo hanno sostituito il salmone con altri tipi di pesce ottenendo comunque degli ottimi risultati.

Ma vediamo cosa prevede un esempio di menù settimanale. Lunedì: Colazione: Latte di soia 200 ml, 3 Fette biscottate integrali con un velo di marmellata di fruttini bosco senza zucchero. Spuntino: Yogurt bianco 125 g. Pranzo: Bucatini al sugo di verdure, Carpaccio di bresaola (100 g) con rucola e 20 grammi di parmigiano in scaglie. Cena: Salmone alla griglia 200 g, Insalata di patate lesse 200 g e fagiolini 200 g condita con 1 cucchiaio di olio extravergine. Martedì: Colazione: latte di riso 200 ml, 3 biscotti integrali all’avena. Spuntino: 1 arancia o spremuta fresca. Pranzo: orecchiette con broccoletti (70 g pasta, broccoletti 100 g, 1 ricciolo di burro a crudo); scaloppine al limone 150 g, insalata di pomodori e radicchio con 1 cucchiaio di olio. Cena: spiedini di gamberi e tonno alla griglia o in padella 200 g, insalata verde mista , pane integrale 30 g.

Mercoledì: Colazione: yogurt magro 200 g, 40 g muesli con frutta secca. Spuntino: 1 mela con la buccia. Pranzo: 1 porzione media di gnocchi al pesto, roast beef all’inglese 150 g, insalata di lattuga e rucola. Cena: risotto parboiled con salmone, mozzarella light 125 g, insalata di pomodorini 200 g condita con 1 cucchiaio di olio e origano. Giovedì: Colazione: spremuta di pompelmo 200 ml. 40 g di prosciutto cotto sgrassato e una fettina di pane. Spuntino: yogurt bianco 125 g. Pranzo: penne di mais alle zucchine, ricotta fresca 100 g, insalata di pomodori e basilico 200 g con 1 cucchiaio di olio. Cena: salmone alla griglia 200 g con limone, prezzemolo e pepe, insalata verde mista, coppa di frutti di bosco al naturale.

Venerdì: Colazione: latte di soia o di riso 200 ml con caffè o orzo, fiocchi di frumento integrali 40 g. Spuntino: 20 g di anacardi, tè verde con 1 cucchiaino di fruttosio. Pranzo: tagliatelle con salmone, prosciutto crudo magro 80 g, insalata mista 200 g con 1 cucchiaio di olio. Cena: 1 porzione di melanzane alla parmigiana, verdure miste al vapore o grigliate 300 g condite con 1 cucchiaio di olio e erbette a piacere, pane integrale 50 g. Sabato: Colazione: 1 toast piccolo, 1 te verde con 1 cucchiaio di fruttosio. Spuntino: 5 noci del brasile. Pranzo: pasta di grano saraceno (70 g) al sugo di pomodoro e basilico fresco, filetto al pepe verde 150 g, insalata di carote e finocchi alla julienne. Cena: carpaccio di salmone 150 g con 1 cucchiaio di olio, limone e erbette; insalata verde e germogli di soia (250 g in tutto) con 1 cucchiaio di olio; pane integrale 50 g.

Domenica: Colazione; spremuta di arancia o pompelmo (200 ml), pane tostato (30 g) con un velo di miele.Pranzo: insalatona , macedonia mista (150 g) con 3 palline di gelato stracciatella. Cena: salmone impanato nel sesamo e scottato in padella con salsa di soia; germogli di soia (100 g) saltati in padella con salsa di soia; pane integrale 50 g. Come facciamo sempre in tutte le dieta pubblicate sul nostro sito consigliamo di consultare il proprio medico o uno specialista prima di cominciare un regime alimentare ristretto.Questa dieta non è adatta a chi soffre di varie patologie tra cui il diabete.