Benessere

Dieta giorni alterni: schema settimanale per dimagrire 4 kg

Dieta restrittiva nei giorni dispari e dieta calorica nei giorni pari

La dieta dei giorni alterni può far dimagrire velocemente di 4 kg in una settimana. E’ una dieta che prevede un apporto calorico giornaliero limitato ed il consumo di alimenti che aiutano a riattivare il metabolismo.

Negli anni sono state ideate diverse versioni della dieta dei giorni alterni in ultimo quella che arriva dagli Stati Uniti The every other day diet, messa a punto dalla dottoressa Krista Varady dell'Università dell'Illinois. Il principio è simile: un giorno a basso tenore calorico alternato a uno più "sostanzioso". La versione americana della dieta, però, è davvero drastica: il primo giorno fornisce appena 500 calorie, il secondo è completamente libero. Per questo i nutrizionisti di casa nostra continuano a preferire la versione classica. Si comincia con un giorno più restrittivo, si prosegue con uno in cui si mangia più liberamente, si torna al programma restrittivo e così via. Per maggiore semplicità viene proposto uno schema base valido tutti i giorni.

Dieta restrittiva nei giorni dispari. Colazione: 100 ml di latte parzialmente scremato o uno yogurt magro, due fette biscottate. Spuntino: 150 g di frutta. Dieta più calorica nei giorni pari. Colazione: un cappuccino; una brioche liscia. Spuntino: 125 g di yogurt magro, una coppetta di frutti di bosco. Ma vediamo in un esempio di menù settimanale cosa si mangia. Lunedì: pranzo con 60 g di penne al pomodoro; 50 g di bresaola; radicchio in insalata; 30 g di pane. Cena: caprese con 80 g di mozzarella e 200 g di pomodori; 70 g di pane. Martedì: pranzo con risotto agli asparagi preparato con 70 g di riso e 150 g di asparagi, olio, un cucchiaino di parmigiano; 120 g di filetto di manzo ai ferri; carote tagliate a julienne; 30 g di pane; 100 g di frutta. Cena: frittata preparata con 2 uovo; insalata verde; 70 g di pane; 100 g di frutta.

Mercoledì: pranzo con sformato di patate preparato con 250 g di patate lesse, 40 g di mozzarella, 30 g di prosciutto cotto a dadini (amalgamare gli ingredienti con mezzo bicchiere di latte scremato e cuocere in forno a 200° per 20 minuti); melanzane o zucchine alla griglia. Cena: 180 g di filetti di orata cotti in padella con 7-8 pomodorini, un cucchiaio di capperi, olio, sale e un pizzico di timo; verdure al vapore; 100 g di pane. Giovedì: pranzo con 70 g di trenette al pesto; 120 g di scaloppine di vitello cotte con vino bianco e aromi; zucchine passate in padella con olio, cipolla, sale, pepe e prezzemolo; 30 g di pane; 100 g di frutta. Cena: 80 g di prosciutto crudo sgrassato; 50 g di mozzarella; melanzane grigliate; 70 g di pane; 100 g di frutta.

Venerdì: pranzo con 60 g di riso lessato e condito con 200 g di zucchine lesse; 120 g di tonno al naturale; pomodori in insalata; 30 g di pane. Cena: 60 g di scamorza alla piastra; verdure lesse; 70 g di pane. Sabato: pranzo con 120 g di petto di pollo (o fesa di tacchino) grigliato con origano, timo, maggiorana; insalata mista; 50 g di pane; 100 g di frutta. Cena: una pizza margherita; una coppetta di macedonia al naturale. Domenica: pranzo con insalata di riso preparata con 60 g di riso, 30 g di mozzarella, 30 g di prosciutto cotto a dadini, 2 cucchiai di sottaceti; verdure crude; 30 g di pane. Cena: 120 g di carpaccio di manzo e rucola; pomodori in insalata; 70 g di pane.

Come facciamo sempre nelle diete pubblicate sul nostro sito raccomandiamo di chiedere il parere del proprio medico o di uno specialista prima di cominciare qualsiasi regime alimentare dietetico, soprattutto se si soffre di varie patologie tra cui il diabete.