Nyon

Uefa. fair-play finanziario, nuovo deferimento per Milan

Il Milan rischia una nuova sanzione

Il Milan rischia una nuova sanzione dalla Uefa. Fulmine a ciel sereno oggi in casa rossonera: da Nyon fanno sapere in una nota che la Camera di Investigazione dell'organo di Controllo finanziario dei club (Cfcb) "ha comunicato la decisione di deferire il caso Milan alla Camera Arbitrale poiche' il club non e' riuscito a rispettare il requisito di pareggio di bilancio nel corrente periodo di osservazione determinato nella stagione 2018/19 e riguardante gli esercizi conclusisi nel 2016, 2017 e 2018.

La Uefa non rilascera' altri commenti al riguardo fino a una decisione da parte della Camera Arbitrale". Da Nyon precisano anche che "il deferimento non riguarda la decisione presa dalla Camera Arbitrale Cfcb a dicembre 2018, relativa al periodo di osservazione precedente e inerente agli esercizi conclusisi nel 2015, 2016 e 2017. Detta decisione e' attualmente oggetto di appello al Tas". Il riferimento e' al provvedimento della scorsa estate e poi riformulato a dicembre, in cui la Uefa imponeva al Milan una multa di 12 milioni di euro, una netta restrizione sulla rosa sino a 21 giocatori per due anni e la richiesta fondamentale di ottenere il pareggio di bilancio entro il 30 giugno 2021, pena l'esclusione per un anno dalle competizioni europee successive (2022-2023 o 2023-2024).

(ITALPRESS)