Calcio

Serie A. Malagò sulle date rispettare accordi con Uefa

"Non possiamo permetterci di trasgredire"

"Le date della prossima Serie A? Non possiamo permetterci di trasgredire l'impegno contrattuale sottoscritto con la Uefa per la consegna dello stadio Olimpico in vista degli Europei del 2020". Lo ha dichiarato il presidente del Coni Giovanni Malago' commentando le date indicate dalla Lega di A per il prossimo campionato, che dovrebbe finire il 24 maggio 2020, sei giorni dopo la data concordata dalla Figc con la Uefa per la consegna dello stadio Olimpico di Roma che dovra' ospitare la prima partita dell'Europeo il 12 giugno 2020.

"Anche io sono rimasto stupito dalla decisione della Lega di A: c'e' qualcosa che non quadra, magari c'e' una stata mancanza di comunicazione - ha aggiunto il numero uno dello sport italiano a margine della premiazione degli atleti delle Fiamme Gialle, a Roma - Quello che e' sicuro e' che noi non possiamo permetterci di trasgredire l'impegno contrattuale sottoscritto con la Uefa: non e' mia competenza trovare soluzioni diverse ma non facciamo scherzi, perche' a livello internazionale gli impegni sono sacri e la credibilita' parte dal rispetto della parola data".

(ITALPRESS)