Si apre già la campagna elettorale

Il sindaco di Ispica, Muraglie, pensa già alle Amministrative 2020

Annunciato un progetto politico senza "prime donne"

Pierenzo Muraglie, attuale sindaco di Ispica, annuncia ufficialmente la sua intenzione di riscendere in campo per le Elezioni Amministrative del 2020 e in un post su Facebook dichiara di avere un progetto diverso rispetto al 2015. Muraglie si dice più maturo e più consapevole e pronto a superare steccati e logiche di partito.

"Dopo quasi 4 anni alla guida della mia città ho stretto legami ancora più forti con la mia terra, le mie origini ed i miei concittadini. Ho servito questa città con grande amore, sacrificio e responsabilità e voglio continuare a farlo! Sono stati anni intensi. Tantissimi problemi, a volte così "unici" da non poter trovare precedenti storici. In quattro anni sono cambiate tante cose: prima di tutto io!" scrive il primo cittadino di Ispica che dichiara anche che avere il privilegio e l'onore di servire la sua città lo ha cambiato dentro. "Mi fa vedere la vita sotto una luce diversa. Conosci tante realtà. Conosci persone eccezionali, vinci tanti pregiudizi. Un'esperienza che ti arricchisce soprattutto umanamente. Ho imparato a dialogare anche con chi ha dimostrato d'avere quale unico obiettivo non la città, ma l'annientamento dell'avversario/nemico politico.

Sono cambiati alcuni equilibri politici. Ho una maggiore maturità ed una nuova e diversa consapevolezza rispetto al 16 giugno del 2015: Ispica ha bisogno di tutti coloro che la amano veramente. Non servono personalismi. Questa è la strada che seguirò. Lavorerò, insieme ad altri amici, ad un progetto civico che possa abbracciare più sensibilità superando steccati e logiche di partito. Nessuna preclusione, nessuna esclusione a priori. Un progetto capace d'includere per il bene comune. Un progetto aperto a chi ha la maturità per affrontare nuove e complesse sfide. Un progetto che possa permettere di raccogliere i frutti di 5 anni di sacrifici che ci vedono, ancora oggi, costretti a gestire debiti per più di 14 milioni di euro alcuni risalenti persino al 1975.

Un progetto senza "prime donne" capace di attrarre e coinvolgere. Una nuova idea di politica per amministrare la città". Questo il messaggio che Pierenzo Muraglie ha voluto mandare alla sua città e ai suoi concittadini che avranno modo e tempo di valutare il suo operato e i suoi progetti per i prossimi anni.