Roma

Calcio: Roma. divorzio con Monchi, rescissione consensuale

Al dirigente vanno i ringraziamenti del club giallorosso

"L'AS Roma e il direttore sportivo Monchi confermano di aver raggiunto un accordo per risolvere consensualmente il proprio rapporto lavorativo.

Al dirigente vanno i ringraziamenti del Club per l'impegno profuso". Questa la nota pubblicata dal club giallorosso sul proprio sito internet che ha ufficializzato l'addio al ds spagnolo. Il giorno dopo l'esonero di Eusebio Di Francesco, arriva anche l'addio del direttore sportivo spagnolo. "Voglio ringraziare Monchi per la dedizione che ha dimostrato in questi due anni: gli auguriamo le migliori fortune per la sua carriera", ha dichiarato Guido Fienga, CEO della Roma. Dopo 17 anni da direttore sportivo del Siviglia, Monchi ha fatto il suo arrivo nella Capitale nell'aprile del 2017.

"Voglio ringraziare il presidente Pallotta, il management, lo staff, i giocatori e i tifosi per il loro sostegno. Auguro alla Roma i migliori successi per il futuro", ha dichiarato Monchi. La direzione sportiva e' stata affidata a Frederic Massara. "C'e' voluto un secondo per scegliere la Roma, sara' impossibile dimenticarla. Daje Roma!". Ramon Monchi saluta cosi' i giallorossi dopo l'ufficialita' della rescissione del contratto. "Roma e la Roma sono una delle cose piu' passionali che possa offrire il calcio, ecco perche' me ne sono innamorato subito - scrive l'ormai ex ds su Instagram - Ecco perche' in questa avventura non ho mai diviso la passione dal lavoro. Ecco perche' il desiderio di rendere felice questa citta' e fare il meglio per il club sono state le priorita' in tutte le decisioni che ho preso fin dal mio arrivo. Ecco perche' nella ricerca costante della felicita' nostra e di chi ama la Roma ho messo tutto me stesso".

"So che non abbiamo raggiunto tutti i risultati per i quali abbiamo lavorato, per i quali ci siamo appassionati, per i quali in alcuni momenti ci siamo anche scontrati - ammette Monchi - Vorrei ringraziare tutte le persone con cui ho lavorato in questi anni, non dimentichero' nessuno, tutti hanno contribuito a rendere Trigoria la mia casa".

(ITALPRESS)