Nelle scuole dell'Infanzia, primaria e secondaria di primo grado

Progettazione di percorsi educativi nelle scuole ragusane

Una ricerca di sperimentazione voluta da Iacono

Avviata già da ora per concludersi con la presentazione pubblica a giugno nell’ambito della manifestazione “A tutto volume”. Si tratta di un'importante esperienza di ricerca e sperimentazione rivolta alle scuole dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado di Ragusa, finalizzata alla progettazione di percorsi educativi con gli albi illustrati, dispositivi pedagogici ricchi di forme, parole e figure, rivelatisi fondamentali per lo sviluppo delle competenze cognitive, emotive e relazionali.

Lo studio intende sensibilizzare gli insegnanti all'utilizzo di metodologie didattiche laboratoriali e cooperative da integrarsi alle tradizionali forme di insegnamento. La ricerca è condotta dal dr. Giambattista Bufalino, esperto in Ricerca Educativa. La ricerca – come spiega l’assessore alla pubblica istruzione Giovanni Iacono - trae ispirazione ed applicazione dall'esperienza dello spazio “SoffiaSogno” che viene svolto all'interno della Biblioteca Civica “G. Verga” di Ragusa su iniziativa delle insegnanti Francesca Aparo e Roberta Nicastro, con lo scopo di offrire ai bambini e ai ragazzi uno spazio di narrazione che promuova il piacere della lettura e l’interesse per la biblioteca.

Le esperienze di ascolto di storie e la realizzazione di laboratori creativi consentono ai bambini e ai ragazzi di aprire spazi di esplorazione del sé, di attivazione del pensiero critico e collaborativo”. Entrando nei dettagli lo stesso Iacono aggiunge “si tratta di una ricerca di tipo qualitativo; per questo motivo è stato effettuato un campionamento stratificato per livello d’istruzione (infanzia, primaria e secondaria di primo grado) per la scelta delle classi che partecipano agli incontri tematici organizzati e coordinati dalle educatrici della biblioteca. Osservando l'interazione dei bambini e dei ragazzi con alcuni albi illustrati si intende esplorare e descrivere l'attitudine dei gruppi a dialogare con diversi linguaggi iconografici, ad esprimere la propria sensibilità estetica e la propria capacità di attribuzione di senso”.

Gli esiti della ricerca verranno presentati alla città, come dicevamo, nel mese di giugno in occasione della manifestazione cittadina "A Tutto Volume", all'interno di una conferenza finale i cui lavori saranno coordinati dal Prof. Gaetano Bonetta, ordinario di Pedagogia dell'Università di Catania. In quell'occasione, sarà inoltre allestita una mostra dei “prodotti” realizzati dai ragazzi all'interno degli incontri. (da.di.)