Cultura

Nuovo successo del film trasmesso ieri sera su Rai Uno

Il barocco ibleo protagonista de La stagione della caccia di Camilleri

Protagoniste le bellezze di Ispica, Scicli e Modica

0

0

0

0

0

Il barocco ibleo protagonista de La stagione della caccia di Camilleri Il barocco ibleo protagonista de La stagione della caccia di Camilleri

Seppure in veste ottocentesca, è stato ancora una volta il meraviglioso territorio ibleo, con il suo barocco e con i suoi scorci pittoreschi, a farla da padrone nel film per la Tv “La stagione della caccia”, dai romanzi storici di Andrea Camilleri, andato in onda ieri sera su Rai Uno.

Tra le meraviglie protagoniste dell'episodio, da menzionare certamente la loggia di S. Maria Maggiore a Ispica, nota come il Loggiato del Sinatra perché fu proprio l’architetto Vincenzo Sinatra a realizzarlo a metà del ‘700. Un’opera affascinante di forma semiellittica, sul modello del colonnato del Bernini a San Pietro. Poi ancora i vicoli di Scicli ed il bellissimo Museo dell'Antica Farmacia Cartia e Modica con il Convento di S. Maria delle Grazie a Modica. Tra le scene anche tante splendide ville nobiliari della campagna iblea, belle oggi come nell’800 descritto da Andrea Camilleri. 

Anche il film di ieri sera è stato un grande successo con sette milioni e 115mila spettatori ed il 30,8 per cento di share. Ancora un'enorme vetrina per le bellezze del territorio ibleo. 

 

0

0

0

0

0

Stagione
Caccia
Camilleri
Commenti
Il barocco ibleo protagonista de La stagione della caccia di Camilleri
Il tuo messaggio è stato correttamente registrato e sarà valutato al più presto da un moderatore.
Ho letto l'informativa sulla la tutela della privacy e presto il consenso al trattamento dei miei dati personali inseriti.
News Precedente
Mozart sulle donne e sui sentimenti umani a Modica
News Successiva
Percorsi di archeologia iblea a Modica