Dolci tipici per la Festa di San Giuseppe

Crespelle di riso o zeppole catanesi: ricetta siciliana

Inventate dalle monache del Monastero delle Benedettine di Catania

Le crespelle di riso o zeppole di riso catanesi sono tra le ricette siciliane più famose in Italia e tra i dolci più gustosi della tradizione siciliana. Sono state ideate dalle monache del Monastero dei Benedettini di Catania nel XVI secolo e per questo chiamate anche anche “crespelle di riso uso benedettini” o “benedettine”.

Sono delle piccole frittelle all’aroma di arancia e ricoperte di miele. Sono dei dolci tipici per la festa di San Giuseppe e sono facili da preparare in casa. Vediamo quali ingredienti occorrono.: 150 gr. di farina 00, 600 ml di latte, 300 gr. di riso, 200 g di miele, 60 g di zucchero semolato, 10 g di lievito di birra o per dolci (facoltativo), la scorza di un'arancia grattugiata, un cucchiaino di sale, un pizzico di cannella, zucchero a velo e olio per friggere. ora vediamo le fasi della preparazione: versate il latte in un tegame e portare a bollore, aggiungete un pizzico di sale e il riso. tenete a fiamma bassa fino a quando il latte non sarà assorbito del tutto dal riso.

Se il riso non apparisse già molto scotto dopo avere assorbito il latte, aggiungere acqua calda e proseguire con la cottura. Togliere quindi il riso scotto dal fuoco e, una volta tiepido, aggiungervi la farina, lo zucchero, la scorza grattugiata dell'arancia e il lievito di birra sciolto in un po' di acqua calda. Impastare per bene, coprire la massa con una pellicola e lasciare lievitare per un paio d'ore. Una volta che il preparato delle crespelle di riso sarà lievitato, staccare dei tocchetti da esso e modellarli in tanti cilindretti spessi quasi un dito e lunghi 4-5 cm.

Friggere le crespelle di riso a fuoco basso in abbondante olio caldo, rigirandole di tanto in tanto fino a farle ben dorare, e riporle su carta assorbente in modo che perdano l'olio in eccesso. Quindi trasferire le crespelle di riso catanesi su di un piatto da portata e guarnirle con miele caldo stemperato con un po' d'acqua e con una spolverata di zucchero a velo misto a un po' di cannella. Ecco le altre ricette pubblicate sul Quotidianodiragusa.it