Inventati dalle suore di clausura del Convento di Santa Chiara di Catania

I biscotti della monaca: ricetta siciliana

Sono a forma di S e all'aroma di anice

I biscotti della monaca sono dei biscotti da colazione tipici tradizionali di Catania. Secondo la ricetta siciliana sono a forma di S, secchi e aromatizzati all’anice. Sono stati inventati dalle suore di clausura del Convento di Santa Chiara a Catania, che li producevano seguendo una ricetta segreta da secoli con l’aiuto delle suore laiche per provvedere al sostentamento economico della comunità religiosa.

Per preparali in casa basta avere i seguenti ingredienti: 1 kg di farina 00, 250 g di margarina, 200 g di zucchero, 10 g di ammoniaca per dolci, latte quanto basta, due cucchiaini di anice e un pizzico di sale. Ecco ora le fasi della preparazione: sciogliere l'ammoniaca nei 100g di latte e tenete da parte. In una terrina versate la farina, aggiungee lo zucchero, l’anice, la margarina ammorbidita, il latte con l’ammoniaca ed impastate fino ad ottenere un impasto omogeneo e sodo. Coprire l'impasto con pellicola e mettere in frigo una mezz'ora a riposare.

Trascorsa la mezz'ora, stendere l'impasto in modo da formare una sfoglia dello spessore di circa 1 cm. Tagliare la sfoglia a strisce lunghe 8 cm circa e larghe 1 cm e modellarle a forma di S. Cuocere i biscotti in forno preriscaldato a 250 °C per 10 minuti. Trascorso questo tempo, estrarre i biscotti della monaca per lasciarli intiepidire un po' e quindi infornarli nuovamente per 15-20 minuti a 160 °C per la biscottatura. Ecco le altre ricette siciliane pubblicate sul nostro sito.