I volontari danno la loro disponibilità all'accoglienza

Sea Watch, interviene il Coordinamento Misericordie Siracusa e Ragusa

Offrono uomini e mezzi per accogliere i 47 migranti bloccati

Il Coordinamento Misericordie di Siracusa e Ragusa, in queste ore, ha diffuso un comunicato stampa in relazione all'emergenza della Sea Watch, la nave bloccata a largo di Siracusa con un carico di immigrati che attendono da giorni di arrivare sulla terra ferma.

Il Coordinamento mette a disposizione delle autorità, del sindaco e del prefetto di Siracusa, i suoi volontari, i mezzi e le risorse necessarie per far fronte all'assistenza sanitaria in caso di sbarco e accoglienza a Siracusa delle 47 persone che si trovano a bordo della nave. Il Coordinamento Misericordie Siracusa e Ragusa evidenzia come per otto secoli hanno sempre promosso un'accoglienza dignitosa per donne e uomini infuga dalla loro terra, alla ricerca di un futuro migliore per sè e per i propri figli, nel rispetto reciproco delle culture e delle leggi, conciliando le ragioni della legalità con quelle dell'ospitalità, forti dell'esperienza maturata durante i numerosi sbarchi avvenuti negli anni nei porti di Augusta e Pozzallo.