Tanti i corsi in itinere

Formazione per gli studenti del Curcio di Ispica FOTO

Gli studenti coinvolti in una serie di entusiasmanti iniziative

Si intensifica la formazione professionale per gli studenti dell’indirizzo alberghiero dell’istituto “Curcio” di Ispica. In questi giorni, dopo la conclusione di tutti i percorsi inerenti la produzione di panettoni con lievito madre e di tutti i dolci della tradizione natalizia, nell’ambito dell’attività di alternanza scuola-lavoro stanno prendendo il via diversi percorsi formativi.

Per le classi terze, quarte e quinte dell’ indirizzo cucina sono stati già avviati un corso di alta pasticceria nei modernissimi laboratori della scuola attrezzati di forni di alta tecnologia, un corso di vaso cottura finalizzato alla specializzazione in questa metodica di cottura adatta a preservare profumi e colori di carni e pesci e un corso per pizzaioli con attenzione alle tecniche di panificazione, lievitazione e cottura. Per gli studenti delle terze, quarte e quinte dell’indirizzo sala stanno riscuotendo, invece, molto entusiasmo i corsi di latte art finalizzati alla decorazione attraverso la schiuma dei cappuccini, i corsi di bartender e i corsi di sommelier. Le classi dei due indirizzi hanno inoltre preso parte nell’ultimo periodo a diversi laboratori e manifestazioni dedicate allo street food.

Ultima in ordine di tempo la partecipazione a Villaggio Coldiretti a Roma come unico istituto alberghiero siciliano durante la quale i ragazzi del triennio hanno prodotto e distribuito circa 10.000 cannoli. In questi giorni inoltre all’interno dei laboratori della scuola si sta procedendo all’imbottigliamento di circa 80 bottiglie di birra rossa e bionda prodotta con malto d’orzo e luppolo e sottoposta a una doppia fermentazione durata diversi mesi. L’altro percorso che sta vedendo in questi giorni la conclusione con l’imbottigliamento è quello finalizzato alla produzione di rosoli a base di cannella, mandarino, alloro, finocchietto, mirtillo selvatico, limone e che ha visto all’opera i ragazzi di terzo anno. 

 
Commenta la News