Filippina Cocuzza ha convocato le parti

Lunedì in Prefettura a Ragusa la vertenza Banca Agricola

Ma martedì il sit in dei gilet gialli resta confermato

Arriva la convocazione di un incontro in Prefettura per discutere delle criticità riguardanti la vertenza tra i piccoli azionisti della Banca Agricola Popolare di Ragusa e l’Istituto di credito. E’ stato il prefetto, Filippina Cocuzza, ad invitare, per lunedì, alle 16,30, al Palazzo del Governo, il comitato piccoli risparmiatori e il presidente della Banca Agricola.

L’iniziativa precede di poche ore il sit in programmato dai “gilet gialli” del Comitato piccoli risparmiatori per martedì mattina, dalle 9 alle 12, davanti alla sede centrale della Banca, in viale Europa. La vicenda è esplosa quando migliaia di risparmiatori hanno chiesto alla Banca di riavere quanto avevano investito. Una normativa prudenziale europea stabilisce che le Banche non possono riacquistare le proprie azioni e trasformarle in contanti da restituire ai piccoli azionisti. Ma un intervento del vicepresidente della Commissione europea, Vladis Dombrovskis, ha fatto chiarezza sul regolamento in questione: non è affatto vietato agli enti di riacquistare il loro capitale regolamentare.

E’ necessario soltanto chiedere l’autorizzazione preventiva all’autorità competente, nel caso dell’Agricola, alla Banca d’Italia. E’ su questo passaggio che si gioca la protesta dei “gilet gialli” che, malgrado l’invito del prefetto di Ragusa all’incontro di lunedì, hanno confermato il sit in di martedì, un appuntamento importante, anche in vista di quello in programma a Roma, il 21 gennaio, con il sottosegretario all’Economia e Finanza, Alessio Villarosa. Al vertice nella Capitale, oltre ad una delegazione dei “gilet gialli”, saranno presenti anche deputati regionali e nazionali di diverse province della Sicilia.