Primo consiglio di amministrazione

Debutta Aeriblei e il Pio La Torre di Comiso spera

Obiettivo è rilanciare l'aeroporto di Comiso

Si è riunito, per la prima volta dopo la costituzione della società avvenuta il 21 dicembre 2018, il Consiglio di Amministrazione di AERIBLEI con all'ordine del giorno una serie di punti collegati per lo più ad adempimenti formali e legislativi successivi alla costituzione.

Alla riunione, coordinata dal presidente Salvatore Cascone, hanno preso parte tutti i componenti del C.d.A. nelle persone del vice presidente Gianstefano Passalacqua e dei consiglieri Roberto Biscotto, Salvatore Sallemi e Giuseppe Alessi. La governance ha ribadito la nascita di AERIBLEI come un soggetto giuridico con l’obiettivo di sviluppare e sostenere il settore cargo presso l'aeroporto “Pio La Torre” di Comiso. “Studi di fattibilità – ha spiegato il presidente Cascone – indicano possibile l'attività cargo dalla Sicilia per le lunghe distanze e la stessa Regione Siciliana ritiene utile l'avvio di tali attività.

Infatti, è di pochi giorni fa la notizia dello stanziamento di un milione di euro in favore del Comune di Comiso per lo studio di fattibilità del cargo oltre alla disponibilità manifestata sempre dalla Regione Siciliana del trasferimento del sedime (ex Base NATO) concesso a titolo gratuito dal Ministero della Difesa allo stesso ente Casmeneo. E’ chiaro – ha concluso Cascone - che AERIBLEI, date le difficoltà economiche dell’Aeroporto di Comiso, è disponibile sin d'ora a dare il suo contributo per il rilancio dell’aeroscalo in sinergia con gli enti istituzionali nell’interesse del territorio”.

 
Commenta la News