Si vogliono studiare nuove strategie

Incontro della Confcommercio a Ragusa contro la concorrenza sleale

Rendere più appetibili i centri storici

Un vertice della Confcommercio a Ragusa per individuare le misure più adatte al sostegno degli associati alle prese con numerose problematiche è stato animato dal presidente provinciale Confcommercio Ragusa, Gianluca Manenti, con i presidenti delle varie federazioni sindacali facenti parte del sistema.

Sono 39 le federazioni aderenti a Confcommercio. Ha partecipato anche il direttore Emanuele Brugaletta. “Un vertice necessario – sottolinea il presidente Manenti – perché ci ha consentito di fare il punto, tutti assieme, quindi con i rappresentanti apicali delle varie categorie che fanno parte del pianeta Confcommercio, su quali possono essere le possibili soluzioni da attuare sul territorio a sostegno dei nostri iscritti. Naturalmente, le questioni che abbiamo affrontato sono quelle che, in questo periodo, attanagliano maggiormente gli operatori dei nostri comparti produttivi, vale a dire l’abusivismo, il fenomeno dell’e-commerce e il mancato rispetto delle norme in relazione a questi aspetti".

Si è parlato anche di concorrenza sleale oltre che della necessità di attivare dei percorsi di rigenerazione urbana a partire dai centri storici che consentano ai commercianti di proporsi sotto una veste differente, con maggiore appeal nei confronti dei potenziali consumatori. Si sta valutando la possibilità di attivare degli studi specifici che consentano di comprendere qual è la migliore direzione da percorrere per ottenere maggiore competitività. Su queste tematiche verranno chiesti incontri con le amministrazioni comunali.