Benessere

Dieta del gruppo sanguigno: come funziona e cosa mangiare

Gli alimenti che si possono mangiare in base al gruppo A, B,

La dieta del gruppo sanguigno può far dimagrire di qualche chilo semplicemente seguendo uno stile alimentare che si basa su alimenti freschi e naturali. Si dimagrisce mangiando gli alimenti consigliati a seconda se si appartiene al gruppo sangugno 0, A, B o AB.

Questo tipo di dieta è stata sperimentata per la prima volta nel 1957 dal naturopata americano James D’Adamo mentre in Italia si è diffusa grazie al medico piacentino Mozzi. Ma come funziona la dieta del gruppo sanguigno? In primis bisogna seguire delle regole, valide pet tutti senza differenza legata al gruppo sanguigno, ovvero al mattino appena svegli bisogna un bicchiere di acqua tiepida con il succo di un limone per favorire un ph intestinale corretto. Poi bisogna ridurre al minimo i latticini responsabili di molti dolori articolari, e il glutine pro-infiammatorio per l’intestino.

Ora vediamo cosa devono mangiare le persone con il gruppo sanguigno 0: nessun carboidrato, glutine, mais e patate. Guerra anche alle lenticchie e ai fagioli, bianchi e rossi, e niente arachidi e olive nere agli aperitivi da sostituire invece con noci e semi di zucca. Il caffè è da evitare. Gli alimenti che possono mangiare sono: frutti di mare, pesce azzurro, fegato, sale iodato alle alghe, zucca e verze a volontà, bresaola e carne (esclusa quella di maiale e gli affettati suini). Le persone con il gruppo A devono evitare i latticini (latte e formaggio), il gelato, le patate, i pomodori, le melanzane ed il consumo di carne rossa sotituendola con il pesce, pollo e tacchino. Insalate, legumi, soia, grano saraceno, carni bianche, salmone, merluzzo, vino rosso, tè verde sono gli alimenti che devono prediligere nel menù giornaliero.

Le persone con il gruppo B devono eliminare dalla dieta i crostacei, le ostriche e le lenticchie. Grano, mais e grano saraceno sono da limitare, per cui questo gruppo deve limitare i primi piatti di “pasta” prediligendo il riso o, ancor meglio, i secondi piatti. Infatti verdure, latticini, uova e carne sono consigliabili, il gruppo B ha la maggior concessione di latticini fra tutti i gruppi (meglio magri e di capra, assolutamente no al gorgonzola e ai fermentati). Ancora uno stop per tutto il pollame, per i carciofi e i rapanelli. I fagioli invece sono stra-consigliati, insieme a tutta la famiglia dei cavoli e delle barbabietole, verdure a foglia verde, broccoli, carote, melanzane, patate, peperoni e verze.

Le persone con il gruppo AB: carne rossa e burro off limit, fra le carni bianche tacchino e coniglio vanno benissimo. Riso e fagioli, e riso e piselli sono ottimi primi piatti. S’ a caffè, frutta e in particolare ananas e pompelmo. Questo gruppo va d’accordo con tutta la frutta, ma deve proteggersi da quella secca che occorre evitare. Tofu, ortaggi, pesce, latticini e alghe sono tutti consigliabili, e l’aglio è aggiudicato come soffritto. Gli ortaggi da preferire sono broccoli, cavolfiore, cavolo verde, melanzane, pomodori, ma quelli da evitare sono i carciofi, il mais e i peperoni.

Trattandosi di un'alimentazione particolare raccomandiamo come sempre per le diete pubblicate sul nostro sito di chiedere il parere del proprio medico o di uno specialista prima di cominciare questa o qualsiasi altra dieta, soprattutto se si soffre di varie patologie tra cui il diabete. Ecco le altre diete.