A Ragusa dal 1 gennaio

M5S Ragusa: parte male nuovo calendario differenziata

Scarsa comunicazione sul cambio di giornata per vetro e plastica

Da quando si trova all’opposizione, al gruppo consiliare del movimento 5 stelle non sfugge nulla e non perde tempo a fare segnalazioni e stigmatizzare i disservizi. Sotto la lente d’ingrandimento della pattuglia consiliare grillina (Zaara Federico capogruppo, Giovanni Gurrieri, Sergio Firrincieli, Antonio Tringali e Alessandro Antoci) è questa volta il nuovo calendario della raccolta differenziata in città, che per la verità di nuovo vede soltanto il cambio di giornata per il vetro (da martedì a mercoledì) e per la plastica (il martedì anzichè il mercoledì).

I consiglieri pentastellati infatti affermano “ci siamo accorti che, a dispetto delle novità annunciate alla fine dello scorso anno, con l’ingresso del 2019, non tutti hanno avuto contezza dei cambiamenti contenuti nel calendario della raccolta differenziata, vale a dire la plastica da esporre il martedì piuttosto che il mercoledì e il vetro da raccogliere il mercoledì piuttosto che il martedì. Significa che c’è ancora da lavorare per estendere il più possibile a tappeto la comunicazione visto che non tutti i cittadini ragusani, soprattutto quelli delle fasce più anziane, posseggono internet”.

La lamentela di Zaara Federico, Giovanni Gurrieri, Sergio Firrincieli, Antonio Tringali e Alessandro Antoci nasce dalla constatazione di “tutta una serie di criticità emerse nella giornata di ieri quando avrebbero dovuto essere esposti i mastelli contenenti il vetro. E’ fin troppo evidente che non per tutti c’è stata la possibilità di essere stati raggiunti dalle comunicazioni provenienti dal gazebo dell’Ati che è stato installato in piazza Libertà solo per qualche giorno alla fine dello scorso anno. E, allo stesso tempo, si sarebbe potuto fare qualcosa in più per raggiungere tutti i cittadini a cui, ogni giorno, ci si rivolge per conferire i rifiuti contenuti nei vari mastelli.

In questo modo si sarebbe potuto assicurare un lavoro più certosino. E, invece, ancora ieri, molte persone hanno esposto il contenitore sbagliato proprio perché non erano a conoscenza della variazione. L’amministrazione comunale avrebbe potuto vigilare senz’altro meglio in questa circostanza e imporsi per assicurarsi che la maggior parte dei cittadini ragusani venisse raggiunta dalla comunicazione”.Ma da questo disservizio nasce lo spunto, per il gruppo consiliare grillino, di avanzare critiche all’operato dell’amministrazione, a cominciare dal fatto che “il sindaco utilizza la propria pagina Facebook per parlare ai cittadini anziché la pagina istituzionale del Comune che è ferma al 23 giugno scorso. Anche in questo caso il primo cittadino non può pensare che tutti gli utenti di Fb siano suoi followers e quindi lo seguano.

Ma queste sono soltanto sottigliezze visto che il problema principale è quello di far sì che l’Ati si adoperi il più possibile per una comunicazione quanto più a tappeto è possibile. Visto che le cose stanno così, riteniamo sia opportuno correre ai ripari e rimediare a queste criticità visto che, come accaduto in quasi tutti i quartieri della città, in molti non erano stati messi a conoscenza circa le novità in questione”. Infine, Zaara Federico, Giovanni Gurrieri, Sergio Firrincieli, Antonio Tringali e Alessandro Antoci, affermano “è opportuno, oltre che doveroso, che possa essere offerto un servizio ben fatto e senza sbavature.

Le famiglie ragusane e le imprese sono stanche di far fronte a disservizi immeritati” e a tal proposito concludono “ricordiamo che il nostro gruppo consiliare attende, da parte dell’Amministrazione comunale, l’attivazione del doppio turno di raccolta della plastica, da una a due volte la settimana, così come era stato discusso di recente proprio in Consiglio comunale e invitiamol’Ati a organizzare una capillare distribuzione dei nuovi calendari in considerazione del fatto che a oggi, presso il centro di raccolta, ne sono stati consegnati a stento appena duecento pezzi”. (da.di.)