Benessere

Dieta rossa dopo Natale per dimagrire 4 kg: è antiossidante

Ecco cosa si mangia in un esempio di menù

La dieta rossa dopo Natale può far dimagrire fino a 4 chili prima di Capodanno. E’ facile da seguire ma anche un vero e proprio toccasana per l’organismo. Molti alimenti rossi, infatti, sono noti per la loro funzione antiossidante. Ma quali sono gli alimenti rossi?

Gli alimenti rossi che possono essere consumati nella dieta rossa dopo il Nataleo sono: pomodoro, fragola , arancia rossa, ciliegia, pompelmo rosso, lampone, mirtillo rosso, ribes, bacche di Goji, cavolo cappuccio rosso, fichi, ravanello, peperone rosso, melograno, radicchio rosso, patate rosse, cipolla rossa e barbabietola rossa. La frutta e gli ortaggi di colore rosso sono caratterizzati dalla presenza di due sostanze con elevata azione antiossidante: le antocianine e il licopene (entrambi phytochemicals o fitoalessine). Secondariamente, questi alimenti apportano buone quantità di vitamina C, acido folico, potassio, magnesio e altri antiossidanti polifenolici (oltre ai flavonoidi antocianine).

Ma vediamo quali sono le proprietà di alcuni di questi alimenti rossi. Il pomodoro è ricco di principi nutritivi seppure a basso contenuto calorico, ed è ottimo per le insalate o come ingredienti nella preparazione di salse e piatti cotti, come la pizza. Il succo o il centrifugato di pomodoro, assunti come bevanda rendono disponibile all'organismo una quantità significativa di licopene, un antiossidante che si ritiene possa svolgere una certa funzione protettiva rispetto al rischio di tumori alla prostata. Il succo di pomodoro costituisce anche, con l'aggiunta di vodka, tabasco, limone, sale e pepe, la base di un cocktail Bloody Mary solitamente servito come aperitivo.

L’arancia rossa (100 grammi) contiene mediamente 34 kcal, 200 mg di potassio, 0.2 mg di ferro, 71 mg di vitamina A e 50 mg di vitamina C. La vitamina C, innanzitutto, è una mano santa per rafforzare il sistema immunitario, aiutandoti a prevenire raffreddori e influenze: un vero toccasana nei mesi più freddi dell’anno, ovvero proprio quelli in cui maturano le arance rosse. Come alleati della salute hanno poi un ruolo importante i bioflavonoidi, che, assieme alla vitamina C, agevolano la ricostituzione del collagene del tessuto connettivo, favorendo il rafforzamento delle ossa e dei denti, ma anche di cartilagini, tendini e legamenti.

Inoltre le arance contengono molte antocianine, sostanze in grado di contrastare gli stati infiammatori, e terpeni che, se assunti regolarmente, sembrano avere una certa efficacia nella prevenzione dei tumori del colon e del retto. Anche i caroteni, precursori della vitamina A, fanno la loro parte: sono utili per la salute degli occhi, della pelle e nella prevenzione delle infezioni. Vediamo cosa prevede un menù tipo della dieta rossa: colazione con una spremuta di arancia rossa. Spuntino: un pompelmo rosso. Pranzo: un’insalata di pomodori e cipolla rossa e una fettina di pane integrale. Merenda: un melograno. Cena: insalata di pomodori, patate rosse cotte al vapore e frutta rossa a a scelta.

Come facciamo sempre nelle diete pubblicate sul nostro sito raccomandiamo di consultare il proprio medico di famiglia o uno specialista dìrpima di cominciare qualsiasi regime alimentare dietetico. Questo dieta non è adatta a chi soffre di varie patologie tra cui il diabete. Ecco le altre diete.