Donate coperte fatte a mano

Ragusa, un Natale più caldo a Casa Famiglia Rosetta

Gara di solidarietà

Il Natale si avvicina e non mancano gli atti di solidarietà. Alcune amiche: Angela, Carolina, Graziella, Lina e Maria, ragusane, entrate in contatto con la realtà di “Casa Famiglia Rosetta”, hanno pensato di realizzare, rigorosamente a mano, delle bellissime, colorate coperte per i bambini e i ragazzi ospiti della piccola Comunità.

«È scattata, anche tramite facebook: “Le nostre mani riscaldano i bambini” - una gara di solidarietà: infatti, alcune delle coperte donate ai bambini sono arrivate da diverse parti dell’Italia - hanno precisato, quasi in coro, le promotrici dell’iniziativa. «Basta poco per rendere più vera questa festa del Natale – ha sottolineato Arcangelo Lipari - siamo davvero felici nel ricevere dei doni così utili, per i nostri bambini e ragazzi. La generosità delle persone si misura da questi gesti così spontanei, anche se programmati, perché c’è voluto del tempo per realizzare queste coperte calde, vivaci e pieni di colori che metteranno allegria a bambini e ragazzi che vivono una condizione familiare più difficile.»

Melina, l’operatrice della Casa ha ringraziato le Volontarie anche per i dolci che hanno portato e il tutto si è trasformato in un pomeriggio anche dal gusto “dolce” condiviso con i bambini e i ragazzi. Alle Volontarie sono stati regalati dei quadretti realizzati dai bambini con il supporto degli operatori con una frase di Madre Teresa di Calcutta: “Non tutti possiamo fare grandi cose, ma possiamo fare piccole cose con grande amore.” Casa Famiglia Rosetta, fondata da Don Vincenzo Sorce a Caltanissetta negli anni ottanta con un gruppo di volontari, l’Associazione si caratterizza come realtà complessa e differenziata di servizi alla persona. Le sue aree di intervento si estendono a diversi settori dell’area socio-sanitaria, psico-sociale, psicologica, socio-culturale e spirituale-pastorale con un approccio globale al disagio.