Approvato dalla Giunta

Nuovo regolamento di Polizia Urbana a Modica: dopo 87 anni

Formato da 52 articoli

La seduta di ieri del Consiglio Comunale ha sancito ufficialmente l'entrata in vigore del nuovo regolamento di Polizia Urbana a Modica. Una novità epocale visto che il vecchio risaliva addirittura al 1931 ed era ovviamente anacronistico rispetto alle esigenze dei tempi moderni.

Mancava solo l'ultimo passaggio burocratico del Civico Consesso dopo le approvazioni già ricevute in Giunta nel mese di ottobre e in seno alla Prima Commissione Consiliare lo scorso mese di novembre. “Siamo molto soddisfatti dell'adozione di questo nuovo piano – commenta il Sindaco Abbate – perchè va a colmare vistose lacune presentate dal precedente. Complimenti al Comandante Cannizzaro e a tutto gli agenti che lo collaborano per l'eccellente lavoro svolto”. Tra le numerose novità introdotte quella che conferisce al Primo Cittadino la facoltà di promulgare il DASPO dal territorio modicano nei confronti di soggetti ritenuti pericolosi per l'incolumità pubblica in particolare in zone “sensibili” come musei, aree archeologiche, scuole e zone turistiche. 

Tra i 52 articoli che lo compongono spazio anche alle concessioni su suolo pubblico, alla lotta al vandalismo, al rispetto del conferimento dei rifiuti, all’abbandono di mezzi di locomozione su suolo pubblico, alla salvaguardia del verde, all’organizzazione di manifestazioni e spettacoli, alla tutela della quiete pubblica, alla gestione degli animali su suolo pubblico. “E' il primo in assoluto in provincia di Ragusa – sottolinea il Comandante Saro Cannizzaro – ci abbiamo lavorato per parecchie settimane cercando di toccare tutti i punti della vita sociale.

Strumento importantissimo per la vita della Città, esso non è un documento che regola il comportamento della Polizia Locale ma è uno strumento che serve a regolamentare il comportamento della Città e dei suoi visitatori, una sorta di manuale moderno di educazione civica”.

 
Commenta la News