Benessere

Dieta mediterranea contro rischio cardiopatia ischemica: protegge vasi diabete

Lo studio Sid

La dieta mediterranea riduce il rischio di cardiopatia ischemica e potrebbe proteggere i vasi delle persone con diabete tipo 2. Lo sostiene uno studio condotto da alcuni ricercatori della Società italiana di diabetologia (Sid) e presentato al congresso Easd, Associazione europea per lo studio del diabete a Monaco di Baviera nel 2016.

Secondo i ricercatori un’alimentazione di tipo mediterranea riduce il rischio di cardiopatia ischemica, e gli effetti cardio-protettivi di tale dieta sono correlati, in larga parte, al miglioramento dei tradizionali fattori di rischio cardiovascolari. Meno conosciuti sono invece i risultati della dieta mediterranea su altri fattori coinvolti nel mantenimento dell’integrità dell’apparato cardiovascolare. La ricerca è stata condotta su 215 soggetti con diabete tipo 2 di nuova diagnosi, che sono stati randomizzati in due gruppi: al primo veniva consigliata una dieta di tipo mediterraneo, al secondo gruppo una dieta a basso contenuto di grassi.

Al termine dello studio, i soggetti che avevano seguito la dieta mediterranea presentavano un numero di cellule progenitrici endoteliali significativamente maggiore rispetto all'altro gruppo. Si tratta del primo studio di intervento basato su una dieta ad aver dimostrato un effetto benefico di quella mediterranea sulla capacità rigenerativa dell’endotelio in una popolazione di pazienti con diabete tipo 2 appena diagnosticato.