Calcio

Il Modica cade in casa con il Ragusa

Gianchino para un rigore a Filicetti

In un "Vincenzo Barone" pieno al limite della capienza il Ragusa fa suo il derby con il Modica Calcio grazie al gol a 11' dalla fine di Gargiulo. Una partita giocata davanti a più di mille spettatori che hanno incitato le due squadre per tutti i 95' di gioco.

Da brividi la coreografia approntata dai tifosi del Modica che hanno accolto l'ingresso in campo delle due squadre. La partita ha risentito dell'importanza della posta in palio soprattutto nel primo tempo con il Modica che ha tenuto bene il campo. Nella seconda frazione di gioco il Ragusa ha alzato il ritmo del gioco costringendo i "Tigrotti" sulla difensiva cercando di sfruttare le ripartenze. Protagonista indiscusso della giornata il giovanissimo (2001) "portierone" del Modica Calcio Antonio Gianchino che prima di capitolare ha tenuto a "galla" i rossoblù con parate salva risultato (compreso un rigore parato a Luca Filicetti). La cronaca del primo tempo fa registrare la prima emozione al 13'.

Su un traversone dalla sinistra Aglianò esce con i pugni e allontana, la sfera arriva al limite su piedi di Novello che prova la botta, ma colpisce male e spedisce alto. Risponde il Ragusa al 18'. Agosta perde palla a centrocampo e Butera fa partire il contropiede servendo a sinistra Passewe che slta un difensore entra in area e tira rasoterra con Gianchino che in uscita bassa devia in angolo. Al 33' Pitino prova a "imbucare" per Kebbeh che entra in area dal lato corto, salta un avversario e prova a sorprendere Aglianò con un tiro in diagonale che finisce a lato dalla parte opposta. È questa l'ultima azione degna di nota della prima frazione che manda le due squadre al riposo a reti inviolate.

Nella ripresa parte subito forte la formazione di Filippo Raciti che al 1' è pericolosa con Gargiulo che conquista palla e serve Passawe che tira, ma Gianchino è attento e para con sicurezza. Al 8' Passewe serve Butera che entra in area e lascia partire un tiro cross che attraversa tutto lo specchio di porta e finisce sul fondo. Al 9' Passewe in area aggancia un buon pallone ed entra in contatto con Agosta. Il numero 11 azzurro cade a terra e per l'arbitro ci sono gli estremi per il calcio di rigore. Sul dischetto si porta Filicetti che tira forte sulla destra di Gianchino che in tuffo devia la palla sul palo. Al 15' punizione di Filicetti che scodella in area per Gargiulo che colpisce di testa, ma la palla scheggia la traversa e finisce sul fondo.

Al 18' punizione dal limite di Filicetti che colpisce la traversa e finisce sul fondo. Al 29' altro calcio piazzato dal limite di Filicetti con Gianchino che con qualche difficoltà respinge. Al 34' il Ragusa passa in vantaggio. Passawe lavora un buon sulla sinistra arriva sul fondo e crossa in area dove Gargiulo stacca di testa e mette in rete. Il Modica prova a reagire e al 38' Novello scatta sulla destra arriva sul fondo e crossa sul secondo palo, dove Kebbeh stacca altissimo e colpisce di testa, ma la sfera esce di poco alta sulla traversa. Con il Modica sbilanciato in avanti alla ricerca del pari il ragusa sfrutta con Passewe gli spazi lasciati in difesa dai rossoblù. Al 48' l'attaccante ragusano avanza e giunto al limite prova il tiro che Gianchino respinge sui piedi di Gargiulo che tira a botta sicura, ma Gianchino è ancora bravo a bloccare anche se l'azione è stata invalidata per il fuorigioco di Gargiulo. 1' dopo è ancora Passewe a provarci dal limite con palla che colpisce la base esterna del palo alla destra di Gianchino e finisce sul fondo. Dopo 6' recupero l'arbitro decreta la fine con le due squadre che vanno a ringraziare le rispettive tifoserie che hanno incitato i loro beniamini per tutta la gara.

Alla fine i tifosi dl Modica che nonostante la sconfitta hanno applaudito i looro giocatori hanno salutato con l'oramai classico ricordo di "Zio Pietro" icona del Modica Calcio. Il risultato del campo ha dato ragione al Ragusa, ma oggi a vincere è stato lo sport, la città di Modica e i suoi tifosi.