Hanno partecipato circa 2500 giovani

Questo non è amore concluso in provincia di Ragusa

Contro la violenza di genere

Si è concluso il primo ciclo della campagna “Questo non è amore”. A bordo del camper i poliziotti specializzati appartenenti all’Ufficio Anticrimine, Squadra Mobile, Ufficio Sanitario della Questura e dei Commissariati di Modica, Comiso e Vittoria hanno fatto informazione con l'obiettivo di superare gli stereotipi e i pregiudizi.

I giovani che per la provincia di Ragusa hanno partecipato attivamente al progetto sono stati più di 2.500, molti dei quali hanno approfondito le tematiche legate alla violenza di genere in un vis- à- vis con gli operatori di Polizia. Il feedback che si è registrato è stato particolarmente importante sia in termini di partecipazione numerica, come precedentemente detto, sia in termini di coinvolgimento. Non sono mancati momenti intensi quando gli alunni con grande maturità hanno riferito delle loro paure e delle loro esperienze dirette e indirette.

L’iniziativa è partita il 23 novembre presso il Palazzo comunale di Scicli, dove, a cura del Vice Questore Dr. Nicodemo Liotti e del Medico Principale Dr.ssa Alessandra Fazio, la stanza di Montalbano all’interno del Commissariato di Vigata, set della fiction tv “Il Commissario Montalbano”, ha accolto un numeroso pubblico dalle ore 18.00 alle ore 20.00 con ingresso gratuito per le donne. Il 23 novembre i poliziotti del Commissariato di Modica, con il Dirigente, Vice Questore LIOTTI, sono stati presenti presso l’Istituto Superiore “Cataudella” di Scicli; il 24 novembre il Vice Questore Aggiunto D.ssa Vinzy Siracusano, era al Liceo Scientifico Fermi di Ragusa e il 27 presso l’Istituto Tecnico Commerciale Statale “Besta”; il 28 novembre il Primo Dirigente Dr. Giorgio Terranova, ha informato presso il Liceo Classico IIS “Gagliardi”; e il 29 novembre il Vice Questore Aggiunto Siracusano, ha incontrato gli studenti del Liceo Linguistico I.I.S. “Gagliardi”.