A darne notizia il vicepresidente del Consiglio comunale Maria Malfa

Botteghe artigianali di via del Mercato a Ragusa: presto attive

Un' impresa ha risposto all'avviso dell'Amministrazione comunale

Molto presto le botteghe artigianali di via del Mercato, a Ibla, saranno finalmente attive. Tutto ciò dopo che un’impresa ha risposto all’avviso dell’amministrazione comunale di Ragusa che intendeva concedere in affitto le botteghe in questione per essere adibite a esposizione e vendita di prodotti alimentari e non alimentari.

A darne notizia è la vicepresidente del Consiglio comunale, Maria Malfa. “Quella delle botteghe artigianali – sottolinea Malfa – è una vicenda che seguo da molto tempo, anche in occasione di precedenti consiliature. Per svariati motivi, però, non si era mai riusciti a trovare la giusta soluzione perché le stesse potessero essere valorizzate nella maniera opportuna, soprattutto per rilanciare lo sviluppo economico locale. Ora, a quanto sembra, la soluzione dovrebbe essere dietro l’angolo. E tutto ciò va a merito dell’amministrazione comunale retta dal sindaco Cassì.

Infatti, l’impresa che ha aderito all’avviso pubblico sembra stia già coinvolgendo altre ditte che operano nei settori più disparati, da quelli legati ai prodotti alimentari all’artistico tradizionale, che così potranno esporre le loro creazioni. In questi giorni, inoltre, si stanno completando i lavori riguardanti gli impianti elettrici. Per cui si potrà arrivare al dunque in men che non si dica. L’importante, però, è che questi percorsi possano essere definitivamente ultimati e che, una volta per tutte, le botteghe artigianali possano essere utilizzate per gli intenti per cui erano state realizzate inizialmente, vale dire la promozione dei prodotti del nostro territorio.

Era un’attesa che durava da tempo e che, adesso, sembra essere giunta al termine. A giorni, sarà comunicato il periodo in cui le stesse entreranno finalmente in funzione. Ecco perché ritengo sia opportuno mettere in evidenza il buon lavoro svolto in questa direzione dall’amministrazione comunale”.