Apre l'ambulatorio del reparto di malattie infettive

Giornata Mondiale contro l'Aids al Maggiore di Modica

Dalle 10 alle 13

L’U.O.C. di Malattie Infettive dell’ospedale Maggiore di Modica, direttore dott. Antonio Davì, in occasione della Giornata Mondiale contro l’Aids, il 1 dicembre apre le porte dell’ambulatorio del Reparto, dalle ore 10.00 alle 13.00, per informazioni, distribuzione di dépliant informativi e, eventualmente, per sottoporsi al test antiHiv per verificare la sieropositività.

«Oggi, grazie ai farmaci in commercio, si può curare la malattia con buoni risultati. Ricordo che il virus HIV non si trasmette nella normale vita di relazione: in piscina, in palestra, al bar o al cinema» ha sottolineato il dr. Davì. La Giornata celebrativa ha lo scopo di far aumentare la coscienza e le informazioni intorno alla malattia causata dal virus HIV. L’idea di una Giornata mondiale ad hoc risale al 1988, durante il summit mondiale dei ministri della sanità sui programmi per la prevenzione dell’AIDS ed è stata adottata da governi, organizzazioni internazionali ed associazioni di tutto il mondo. HIV – È il virus che attacca e riduce le difese dell’organismo umano.

L’HIV può rimanere all’interno del corpo umano per molti anni senza provocare manifestazioni cliniche. Il Test HIV che si esegue mediante un prelievo ematico, è l’unico modo per verificare la presenza dell’infezione nel sangue umano. L’HIV, di cui sono noti 2 sierotipi (1 e 2) fa parte della famiglia sei retrovirus. Sieropositività - Si diventa sieropositivi quando nel proprio sangue si evidenzia la presenza di anticorpi anti-HIV. La persona sieropositiva si ammala ma diventa portatrice e può trasmettere l’infezione.